Mercoledì, 11 Ottobre 2017 07:53

Professionisti ammessi ad agevolazioni zone franche

I liberi professionisti sono ammessi alle agevolazioni fiscali e contributive concesse alle micro e piccole imprese localizzate nelle zone franche urbane (ZFU). Lo prevede il decreto interministeriale Mise e Ministero delle finanze 5 giugno 2017 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 234/17 che introduce modifiche e integrazioni al decreto 10 aprile 2013, recante: «Condizioni, limiti, modalità e termini di decorrenza delle agevolazioni fiscali e contributive in favore di micro e piccole imprese localizzate nelle zone franche urbane delle regioni dell'obiettivo Convergenza.

Le agevolazioni di cui all'art. 4 sono concesse alle imprese e ai professionisti che: a) rispettano i requisiti previsti per le micro e piccole imprese dall'allegato 1 al regolamento (UE) n. 651/2014 e dal decreto del Ministro delle attività produttive 18 aprile 2005 citati nelle premesse; b) svolgono la propria attività nella ZFU, ai sensi di quanto stabilito dai commi 5 e 6 dell'art. 3; c) alla data di presentazione dell'istanza di cui al comma 10, sono iscritti al registro delle imprese, ovvero, nel caso di professionisti, agli ordini professionali o sono aderenti alle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 e in possesso dell'attestazione rilasciata ai sensi della medesima legge; d) alla data di presentazione dell'istanza di cui al comma 10, hanno già avviato l'attività, ovvero si impegnano ad avviarla, pena la revoca delle agevolazioni, entro e non oltre 180 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione delle agevolazioni di cui all'art. 14, comma 2. A tali fini, rileva la data di avvio attività comunicata alla competente camera di commercio e risultante da certificato camerale, ovvero, nel caso di professionisti, la data di inizio attività comunicata all'Agenzia delle entrate mediante la dichiarazione di inizio attività di cui all'art. 35 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 e successive modificazioni e integrazioni; e) si trovano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali. 3. Per i professionisti, l'ufficio o locale destinato all'attività situato nella ZFU di cui all'art. 3, comma 5, e' quello comunicato all'Agenzia delle entrate ai sensi di quanto previsto dal citato art. 35 del decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972.

0
0
0
s2smodern