Mercoledì, 27 Settembre 2017 09:32

Zona Franca Sisma Centro Italia: le precisazione del Mise

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la circolare del 15 settembre 2017 n 114735, ha comunicato che non sarà applicato alcun tetto annuale alla fruizione delle agevolazioni da parte di ciascuna impresa localizzata nella zona franca istituita nei Comuni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016, in quanto i limiti previsti dalla legge sono riferiti al totale delle agevolazioni fiscali e contributive fruite annualmente da tutti i beneficiari. I chiarimenti del Mise riguardano in particolare le modalità ed i termini di presentazione delle istanze per fruire dei benefici e giungono a seguito della pubblicazione della circolare emanata il 4 agosto 2017 n 99473.

Si specifica che le percentuali indicate nella circolare del 4 agosto  (paragrafo 10) costituiscono i limiti al complesso delle fruizioni di tutti i soggetti beneficiari nell’anno di riferimento, parametrati all’entità dello stanziamento complessivo relativo al triennio 2017-2019. Quindi, le percentuali non rappresentano i limiti annuali di fruizione dell’aiuto da parte del singolo beneficiario. Per quanto riguarda la modalità di trasmissione delle richieste e per l’accesso alla piattaforma telematica, si fa presente che i titolari di reddito di lavoro autonomo devono disporre di posta elettronica certificata (PEC) attiva e censita nell’indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC).

All’interno della circolare del 15 settembre anche il nuovo modello di istanza per accedere alle agevolazionio, che sostituisce il modello precedente emanato con la circolare del 4 agosto 2017.

Notizie correlate: Sisma regole per prestiti a imprese e professionisti - Sia aree sisma, per sostenere le popolazioni colpite nel 2016 - Sisma centro italia agevolazioni per aree colpite

0
0
1
s2smodern