Mercoledì, 13 Settembre 2017 14:05

Contributi figurativi per periodi di aspettativa fruita per incarichi politici o sindacali

A seguito dell’esame dei quesiti trasmessi dalle Sedi territoriali e dei ricorsi amministrativi giacenti presso i Comitati amministratori dei Fondi, è emersa l’esistenza di alcune criticità nella gestione delle pratiche afferenti l’accredito figurativo dei periodi di aspettativa per incarichi politici o sindacali.

Nelle more della telematizzazione della domanda di accredito figurativo per aspettativa politica e sindacale nell’ambito delle gestioni dei lavoratori dipendenti privati e in considerazione della rilevante consistenza delle posizioni assicurative con contributi figurativi per periodi di aspettativa per incarichi politici o sindacali l’INPS con il messaggio n. 3499/17 fornisce alle Sedi territoriali alcune indicazioni affinché l’istruttoria delle domande di accredito di cui si tratta segua modalità uniformi e conformi alla normativa. Nel messaggio l’Istituto prende in esame la domanda e la modulistica, il temine di decadenza, le aspettative pluriennali, il rinnovo tacito, la prova dell’aspettativa, il provvedimento del datore di lavoro, le proroghe, la perdita di efficacia del provvedimento di aspettativa, le dichiarazioni ora per allora del datore di lavoro e la convalida dei prospetti retributivi.

Per quanto non espressamente previsto nel messaggio, invece, restano ferme le specifiche istruzioni diramate nel tempo dall’Istituto.