Martedì, 12 Settembre 2017 10:31

Bonus Sud: 18/9 termine per recuperare importo non fruito

Tutti i datori di lavoro che a partire dal 1° gennaio 2017 hanno effettuato assunzioni di giovani, potendo fruire dell’esonero contributivo offerto dal Bonus Sud, hanno tempo fino al 18 settembre per recuperare l’importo non ancora fruito in relazione ai mesi da gennaio a giugno, indicando l’incentivo sull’Uniemens relativo al mese di agosto da inviare, in modalità telematica all’INPS, entro il 30 settembre.

Il bonus, operativo dall'inizio dell'anno in corso, consiste nello sgravio totale dei contributi dovuti dal datore di lavoro all’Inps nel limite di 8.060,00 euro annui da fruire nell’arco di 12 mesi a partire dalla data di assunzione/trasformazione del lavoratore. Per facilitare la fruizione, l'Inps ha fissato la soglia massima di esonero della contribuzione a periodo di paga mensile: euro 671,66 e, per rapporti di lavoro instaurati ovvero risolti nel corso del mese, detta soglia va riproporzionata assumendo a riferimento la misura di euro 22,08 (euro 8.060,00/365 giorni) per ogni giorno di fruizione dell' esonero contributivo.

Poiché il recupero del Bonus Sud avviene mediante conguaglio dei contributi dovuti all’Inps, parallelamente alla proroga del termine per la materiale fruizione del bonus con F24 (16 giugno, 16 luglio e 18 settembre) slitta al 30 settembre anche la presentazione del relativo Uniemens del mese di agosto.

Sarà possibile fuire del bonus tramite Uniemens a partire dal flusso di di competenza di aprile 2017. I lavoratori per i quali spetta l' agevolazione devono essere valorizzati normalmente, indicando anche i contributi pieni. Si ricorda, inoltre, che i lavoratori per i quali spetta l'incentivo vanno valorizzati normalmente, secondo le consuete modalità, compresa la contribuzione piena.

Per saperne di più 

Notizie correlate: Bonus sud e recupero arretrati - Bonus sud nuove faq - 
Bonus sud, Inps comunica prolungamento periodo fruizione