Lunedì, 27 Febbraio 2017 12:56

Lavoro a chiamata e somministrazione

Nella puntata del 26 febbraio 2017 di "Il Posto Giusto" si è parlato di forme di lavoro discontinuo come quella del lavoro intermittente, nel quale il datore di lavoro chiama il lavoratore a bisogno.

Ad illustrarci questa tipologia contrattuale e le sue caratteristiche è Paola Mancini, esperta di Fondazione Studi, intervenuta negli studi di Rai Tre per spiegare anche che il lavoratore come non è obbligato a rispondere alla chiamata a meno che non sia presente nel suo contratto un'indennità di disponibilità.

L'esperta si sofferma successivamente sul lavoro in somministrazione, ricordando che questo rapporto necessita della presenza di tre soggetti: il lavoratore; la società utilizzatrice in cui il lavoratore svolge la sua prestazione e la società somministratrice, che mette in contatto il lavoratore con l'azienda che si servirà della sua prestazione.

Guarda l'intervento - Rivedi gli interventi precedenti

Notizie correlate: Somministrazione a basso costo, CNO chiede intervento del Ministero