Lunedì, 19 Dicembre 2016 08:35

Dalla Sardegna misure di welfare aziendale e politiche family friendly

“Welfare e work life balance nella vita quotidiana delle aziende, delle lavoratrici, dei lavoratori e delle loro famiglie”: è il nome del bando pubblicato oggi dall’Assessorato regionale del Lavoro della Regione Sardegna, che mira alla concessione di aiuti per la realizzazione di misure innovative di welfare aziendale e conciliazione, nonché incentivare politiche family friendly indirizzate sia a favorire una maggiore partecipazione femminile al mercato del lavoro, sia a realizzare una più favorevole integrazione ed articolazione degli interventi di conciliazione lavoro-famiglia sul territorio regionale. L’avviso prevede l’erogazione di contributi alle aziende, agli ordini professionali e alle associazioni di rappresentanza dei liberi professionisti e dei lavoratori autonomi.

Sono previste tre linee di intervento: le prime due (A e B) destinate alle aziende, a favore dei propri dipendenti e la terza (C) destinata agli ordini professionali, alle associazioni di rappresentanza dei liberi professionisti, alle associazioni datoriali e sindacali. Le risorse finanziarie disponibili per l'intervento ammontano a euro 3.584.128.

Come si legge nel bando, la presentazione delle domande di candidatura, per le tre linee, dovrà avvenire esclusivamente attraverso la procedura informatizzata che sarà resa disponibile sul portale “Sardegna Lavoro”, secondo le seguenti tempistiche:

- Linea A: le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 09 del 15 febbraio 2017 fino a esaurimento risorse;
- Linea B: le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 09 del 28 febbraio 2017 fino a esaurimento risorse;
- Linea C: le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 09 del 15 marzo 2017 entro e non oltre le ore 13 del 30 marzo 2017.

Il bando era stato annunciato in occasione del XVIII Congresso regionale dei Consulenti del Lavoro della Sardegna, tenutosi ad Alghero dal 20 al 22 ottobre, dall'Assessore al Lavoro, Virginia Mura, che aveva così commentato "grazie all'approvazione di questo bando le libere professioniste avranno la possibilità di avere un valido aiuto dall'assessorato al lavoro della Regione, un sostegno che consentirà loro di non dover rinunciare al lavoro dopo la nascita del primo figlio".

Leggi il bando

Guarda il servizio

Notizie correlate: Sardegna, il turismo traina l'occupazione - Un ricco programma per il XVII congresso regionale della Sardegna

0
0
1
s2smodern