Venerdì, 21 Ottobre 2016 07:36

Sardegna: il turismo traina l’occupazione

Nella prima metà del 2016 si registra, se confrontato con l'analogo periodo del 2015,  una lieve contrazione dell’occupazione con una flessione tendenziale degli occupati di 10 mila unità nel primo trimestre (-1,8%) e di 4 mila nel secondo (-0,7%), accompagnata da una crescita degli inattivi (+1,9%) e una diminuzione dei disoccupati (-9,5%).

Nonostante questo lieve peggioramento, il mercato del lavoro sardo vanta molti indicatori positivi. Tra questi,  un tasso di occupazione (50,3%) superiore di 6 punti percentuali rispetto al Mezzogiorno (44%), ma anche un  tasso di disoccupazione (17%) nettamente inferiore a quello registrato al Sud (19,6%). Per non parlare della quota di persone che non lavorano e non cercano un'occupazione che nell'isola si attesta al 39,4%, in diminuzione di circa 6 punti rispetto alla media delle regioni (45,3%).

A trainare la domanda di lavoro è soprattutto il turismo. Quasi la metà dei 47 mila lavoratori assunti in Sardegna, infatti, è impiegata nel settore degli alberghi e della ristorazione o in ambiti ad essi strettamente collegati come, ad esempio, il noleggio, le agenzie viaggio e le attività di intrattenimento. Sono i dati emersi dal primo rapporto regionale del mercato del lavoro sardo, realizzato dall’Osservatorio statistico dei Consulenti del Lavoro, presentati oggi ad Alghero durante il  XVIII Congresso regionale della Sardegna.

Leggi il comunicato stampa

Guarda l'indagine

Scarica le slides

Rassegna web: adnkronos.com - arezzoweb.it - ilmeteo.it - libero.it - adnkronos.com - arezzoweb.it - ipsoa.it