Mercoledì, 12 Ottobre 2016 15:48

Fatto materiale e fatto giuridico nei licenziamenti

Nei licenziamenti effettuati dopo la riforma Fornero assume grande importanza la distinzione tra fatto materiale e fatto giuridico. La legge 92/2012 ha modificato per la prima volta l'art. 18 dello Statuto dei lavoratori prevedendo una graduale tutela del lavoratore solo in caso di licenziamento nullo o illegittimo o nel caso in cui si verifichi l'insussistenza del fatto (materiale) addebitato nel licenziamento disciplinare del lavoratore.

Pasquale Staropoli, esperto della Fondazione Studi, ricostruisce in web tv la diatriba tra fatto materiale e fatto giuridico e la giuridicità della questione evidenziata dalle ultime pronunce giurisprudenziali. Il fatto, quindi, è rilevante e sussistente, ai fini della tutela prevista dall'art. 18, quando ha anche una portata giuridica e, di conseguenza, un rilievo disciplinare.


Guarda il video


Notizie correlate: Licenziamenti: si alla reintegra per fatto irrilevante sul piano disciplinare - Il patto di prova deve essere firmato dal lavoratore

0
0
0
s2smodern