Lunedì, 19 Settembre 2016 16:50

CIGO imprese edili, no al bollettino meteo

Un ulteriore aggravio di costi e di procedure per le imprese del comparto edile che vogliono fare domanda all’INPS per fruire del trattamento di cassa integrazione a seguito di eventi meteorologici avversi. Le istanze devono essere corredate da una relazione tecnica, che illustri le motivazioni per la richiesta di CIGO per intemperie, nonché da un bollettino probatorio sulle condizioni atmosferiche del Comune dove è attivo il cantiere per cui si fa richiesta.

Il bollettino meteo, che un tempo veniva diffuso dall’Istituto, a seguito dell’introduzione del DM n. 95442 del 15 aprile scorso deve essere reperito ed acquistato dalle aziende presso “organi accreditati”. Questo nuovo adempimento rende, però, più onerose e farraginose le pratiche inerenti la cassa integrazione per maltempo per le imprese edili, creando numerosi problemi applicativi nei territori. Non si conosce, infatti, quali siano "gli organi accreditati" deputati al rilascio di questi bollettini tanto da indurre le regioni ad operare senza istruzioni precise e a richiedere, in molti casi, un contributo economico per il rilascio dei bollettini.

Per le richieste di CIGO in agricoltura, invece, l'INPS continua ad acquisire in autonomia i bollettini meteo secondo quanto disposto dal decreto sul riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro. Pertanto, in un’ottica di vera semplificazione, il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro ha richiesto alla Direzione Centrale dell'Istituto l’estensione di questo metodo anche alla generalità delle aziende, facilitando così il ricorso al trattamento di senza andar incontro a oneri e procedure inutili.

Leggi il comunicato stampa

Rassegna stampa Italia Oggi del 20.09

Rassegna web Adnkronos Il foglio Il tempo Italreport

Notizie correlate:

Cig: crollo di richieste ad agosto

Cigo: istruzioni per valutazione domande e per l'accesso

0
0
1
s2smodern