Lunedì, 19 Settembre 2016 10:39

Piano ispettivo del Garante per la privacy

Il nuovo piano ispettivo del Garante della privacy prevede controlli su telemarketing e attività dei call center, trattamenti dei dati effettuati dai patronati per 730 precompilato, concessionarie di giochi on line, alcuni sistemi informativi dell'Istat, società che si occupano di ristrutturazione del debito. Con la newsletter n. 419 del 15 settembre 2016, inoltre, viene evidenziato che le ispezioni riguarderanno, come di prassi, anche le istruttorie avviate su segnalazioni, reclami e ricorsi dei cittadini, verifica dell'obbligo di notificazione, rispetto delle norme sull'informativa e il consenso, adozione delle misure minime di sicurezza a protezione dei dati sensibili trattati da soggetti pubblici e privati.

In materia di lavoro arriva il no al controllo indiscriminato di e-mail e navigazione Internet. Pder il Garante, infatti, verifiche indiscriminate sulla posta elettronica e sulla navigazione web del personale sono in contrasto con il Codice della privacy e con lo Statuto dei lavoratori. Questa la decisione adottata dal Garante (n. 303/16) che ha vietato a un'università il monitoraggio massivo delle attività in Internet dei propri dipendenti. Il caso era sorto proprio per la denuncia del personale tecnico-amministrativo e docente, che lamentava la violazione della propria privacy e il controllo a distanza posto in essere dall'Ateneo.

 

0
0
0
s2smodern