Martedì, 24 Maggio 2016 08:24

L'Ispettorato Nazionale del lavoro prende forma

"I lavori dell'Ispettorato Nazionale del lavoro sono a buon punto e c'è grande attesa di iniziare ad operare realmente sul territorio. Cambierà in meglio il rapporto con i professionisti". A dichiararlo è il Direttore dell’Ispettorato, Paolo Pennesi, ai 550 Consulenti del Lavoro riuniti a Roma lo scorso fine settimana per l'Assemblea dei Consigli provinciali, annunciando che su una dotazione organica di circa 7000 dipendenti, oltre 6300 saranno distribuiti in 74 uffici territoriali dislocati tra nordest, nordovest, centro e sud Italia, oltre a 4 direzioni interregionali.

E' ai principali stakeholders del mercato del lavoro che Pennesi ha ricordato l'obiettivo del nascente Ispettorato: quello di “semplificare e razionalizzare l'attività di vigilanza in materia di lavoro”, così come la sua piena autonomia organizzativa e patrimoniale, pur sotto la vigilanza del Ministero del Lavoro, rassicurando i professionisti sullo stato di organizzazione dell’Ispettorato. Ribadendo la collaborazione funzionale e organizzativa tra Ispettorato, Inps, Inail e Ministero del Lavoro e la condivisione, con questi ultimi, di nuovi metodi di lavoro e di una razionalizzazione delle strutture, il Direttore ha rimarcato la possibilità di contare su un bagaglio di conoscenze diversificate e provenienti da competenze ed attribuzioni differenti degli ispettori che andranno ad operare all’interno di un organo ispettivo unico. "Sostanzialmente", ha spiegato Pennesi, "gli ispettori civili, che svolgeranno verifiche in materia di lavoro, saranno tutti dipendenti funzionali dell’unico organo frutto dell’attuazione di una delle deleghe del Jobs Act". L’omogeneità dell’attività ispettiva rappresenterà, quindi, quel valore aggiunto auspicato da anni che permetterà di migliorare il rapporto tra professionisti e Pubblica Amministrazione e di agevolare l’azione di contrasto al lavoro sommerso e all’illegalità.

Assemblea dei Consigli Provinciali - Pagina Speciale

Italia Oggi del 24/05

0
0
1
s2smodern