Martedì, 26 Aprile 2016 12:58

Incentivi alle imprese del cratere sismico aquilano

Al via le agevolazioni per chi vuole intraprendere un'attività imprenditoriale nel territorio aquilano colpito dal cratere sismico con l'obiettivo di valorizzare il patrimonio naturale, storico e culturale e di rafforzare l’attrattività e l’offerta turistica del territorio. A farlo sapere è il Ministero dello Sviluppo Economico con la circolare n.37630 del 21 aprile 2016 in cui si specificano termini e modalità di presentazione delle domande per gli incentivi. ll Ministero sottolinea che sarà possibile presentare domanda solo a partire dal 9 giugno 2016 sul sito di Invitalia, ma che saranno pubblicate sul suo sito, almeno 30 giorni prima del 9 giugno 2016, la modulistica e la guida per la presentazione delle istanze.

Sul sito di Invitalia è possibile conoscere le due misure di agevolazione. La misura I - Finanzia progetti per il potenziamento dell’offerta turistica integrata e si rivolge a piccole e medie imprese esistenti e a chi vuole avviare una nuova iniziativa. Questa misura agevola iniziative in tutti i comparti economici, purché finalizzate alla valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico, culturale o alla promozione delle produzioni riconducibili alle tradizioni locali. Si finanziano, inoltre, programmi di investimento compresi tra 25 mila e 500 mila euro con un contributo a fondo perduto che può arrivare fino al 80% delle spese ammissibili entro un tetto massimo di 200 mila euro. Nei primi 6 mesi la misura è dedicata alle iniziative che si localizzano nei comuni del Cratere ad esclusione del comune de L’Aquila.
La misura II – Finanzia progetti per la valorizzazione e promozione delle eccellenze del territorio si rivolge esclusivamente a imprese già operative e finanzia progetti di promozione delle eccellenze locali che contribuiscono a potenziare l’offerta turistica. Con questo incentivo è previsto un contributo a fondo perduto per coprire fino all’80% delle spese, fino a un massimo di 35.000 euro per progetti realizzati da una singola impresa o di 70.000 euro per progetti presentati da cooperative, consorzi o associazioni di impresa.

0
0
0
s2smodern