Martedì, 02 Febbraio 2016 10:27

Sportivi con cococo, non si applica il lavoro subordinato

Il Ministero del Lavoro con l'interpello n.6/16 interviene sulle attività dilettantistiche estendendo l'esenzione prevista dal Jobs Act per le collaborazioni rese a favore di CONI, Federazioni sportive nazionali, discipline associate ed enti di promozione sportiva. 

Nell’ambito di applicazione dell’art. 2, comma 2, lett. d) D.Lgs. n. 81/2015, spiega il ministero, devono essere ricomprese non solo le collaborazioni coordinate e continuative rese in favore delle Associazioni sportive e delle Società sportive dilettantistiche, ma anche quelle rese in favore del CONI, delle Federazioni Sportive nazionali, delle discipline associate e degli Enti di promozione sportiva. Pertanto il ministero ritiene che esulino dall’applicazione della presunzione di subordinazione stabilita dall’art, 2 comma 1, in esame, anche le collaborazioni sportive rese in favore di tali ultimi organismi.