Lunedì, 25 Gennaio 2016 12:36

Botteghe di Mestiere per rilanciare il "Made in Italy"

La filiera dell'artigianato rappresenta ancora nel nostro Paese un valido canale di accesso al mondo del lavoro. E' pr questo che Italia Lavoro ha deciso di promuovere il bando "Le Botteghe di Mestiere" per promuovere migliaia di tirocini di inserimento/reinserimento al lavoro nell’ambito di mestieri a vocazione tradizionale per tutti quei giovani in cerca di occupazione. L'obiettivo del programma è quello di coinvolgere aziende operanti nell’artigianato digitale, che impieghino tecnologie digitali per la fabbricazione di nuovi prodotti o per lo sviluppo di processi produttivi non convenzionali. Le Botteghe di Mestiere, rappresentate da un’impresa o da un aggregato di imprese, potranno così favorire il trasferimento di competenze specialistiche verso le nuove generazioni, rafforzare l’appeal dei mestieri tradizionali, promuovere il ricambio generazionale stimolando la nascita di nuova imprenditoria e favorire lo sviluppo di reti su base locale.

Ogni Bottega di Mestiere ospiterà fino a un massimo di 10 tirocinanti, tra i 18 e i 35 anni, disoccupati o inoccupati, che per un semestre potranno acquisire competenze professionali in attività legate alle produzioni tradizionali del territorio, così da poter cercare un’occupazione o avviare un’attività artigianale in proprio. A favore dei tirocinanti è prevista una borsa pari a 500 euro mensili, per un massimo di 3.000 euro. Le aziende ospitanti beneficeranno di un contributo di 250 euro mensili per ciascun tirocinante avviato. Le domande con la documentazione richiesta alle aziende prevista dal bando devono pervenire entro l’8 marzo 2016.