Lunedì, 25 Gennaio 2016 07:17

Le Novità Normative della Settimana dal 18 al 24 gennaio 2016

Legge di stabilità per il 2016

Sulla  Gazzetta Ufficiale n. 15 del 20 gennaio 2016 è stata ripubblicata la Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (c.d. Legge di Stabilità 2016) corredata delle relative note. - Link

Attuazione dell'articolo 16, comma 6, del decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 22, in materia di assegno di disoccupazione (ASDI)
Il Ministero del Lavoro  ha pubblicato, sulla Gazzetta n. 13 del 18 gennaio 2016, il  Decreto 29 ottobre 2015, con il quale si da attuazione all’assegno di disoccupazione (ASDI), così come previsto dall’articolo 16, comma 6, del D.lgs 4 marzo 2015, n. 22. - Link

Integrazioni e modificazioni al decreto 15 luglio 1986, concernente le visite mediche di controllo dei lavoratori da parte dell'Istituto nazionale della previdenza sociale
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 16 del 21 gennaio 2016 il D.M.  11 gennaio 2016 del Ministero del lavoroche integra e modifica la disciplina delle visite mediche di controllo dei lavoratori da parte dell'Inps, di cui al D.M. del 15 luglio 1986. In particolare, il Decreto sancisce circostanze esonerative dell'obbligo di rispettare le fasce di reperibilità. - Link

 

INPS

Certificato di legislazione applicabile (A1): on line il nuovo modulo di richiesta
Con il messaggio n. 218 del 20 gennaio 2016 l'INPS rende noto il il nuovo modulo per chiedere il certificato di legislazione applicabile (A1). Tale certificatodeve essere richiesto dal lavoratore che vada a lavorare temporaneamente in un paese dell’Unione europea diverso da quello di provenienza(distacco), oppure che svolga la sua attività lavorativa in più stati membri (lavoro contemporaneo). - Link

Fondo di previdenza del clero secolare e dei ministri di culto delle confessioni religiose diverse dalla cattolica. Aggiornamento del contributo a carico degli iscritti.
L'Inps con la circolare n.6 del 15 gennaio 2016 rende noto  l’aggiornamento del contributo dovuto per l’anno 2014,  per il fondo di previdenza del clero e dà le indicazioni su pagamenti con modalità MAV, disposizioni su come eseguire i pagamenti cumulativi e i bonifici sulla contabilità speciale della Sede di Terni e sul conto bancario della Sede. - Link

Nuova disciplina della concessione delle integrazioni salariali
Con la circolare n. 7 del 20 gennaio 2016 l'INPS fornisce le  istruzioni amministrative ed operative per la gestione della nuova disciplina sulla concessione delle integrazioni salariali ordinarie. - Link


MINISTERO DEL LAVORO

Rapporti di collaborazione degli intermediari assicurativi
In risposta all'interpello n. 5 del 20 gennaio 2016 il Ministero del Lavoro afferma che i rapporti di collaborazione dei produttori ed intermediari assicurativi non rientrino nel campo di applicazione dell’art. 2, comma 1, del D.lgs 81/2015 nella misura in cui tali rapporti siano svolti nel rispetto delle disposizioni speciali di cui al D.Lgs. n. 209/2005 (c.d. Codice delle Assicurazioni private) nonché delle clausole previste dalla contrattazione collettiva di settore. - Link

Esonero contributivo ex art. 1, comma 118, L. n.  190/2014 –lavoratore percettore d i trattamento pensionistico
Il Ministero del Lavoro, con la risposta all'interpello n. 4 del 20 gennaio 2015,  ha affermato che i datori di lavoro potranno fruire dell’esonero contributivo previsto per le assunzioni effettuate con contratti di lavoro a tempo indeterminato nel corso dell’anno 2015, anche nel caso in cui l’assunzione riguardi un pensionato. Questo perché la lettera dell’art. 1 c.118 non circoscrive la platea dei lavoratori per i quali è possibile godere dell’esonero contributivo a coloro che non percepiscono un trattamento pensionistico. Il Ministero, pertanto, in assenza di una preclusione espressa da parte del Legislatore, ritiene che l’ipotesi di assunzione a tempo indeterminato di lavoratori già percettori di trattamento pensionistico, possa rientrare nel campo di applicazione della disposizione di cui all’art. 1, c. 118, L. n. 190/14. - Link

Contratto di solidarietà difensivo
Il Ministero del Lavoro con l'interpello n. 3 del 20 gennaio 2016 ha affermato che  i lavoratori in somministrazione possono accedere esclusivamente al trattamento di integrazione salariale in deroga o ai fondi di solidarietà bilaterale già previsti dall’art. 3 della L. n. 92/2012 (oggi D.Lgs. n. 148/2015). Inoltre, non sembrano sussistere specifiche preclusioni in ordine all’eventuale svolgimento, da parte del lavoratore in regime di solidarietà, di prestazioni di natura autonoma o subordinata presso terzi anche durante i giorni interessati dalla riduzione di orario per la solidarietà. - Link

Riqualificazione del rapporto di lavoro a seguito di accertamento ispettivo e fruizione degli sgravi contributivi di cui alla L. n. 190/2014
Con l'interpello n. 2 del 20 gennaio 2016 il Ministero del Lavoro ha chiarito che l’esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato non possa essere riconosciuto, pur in presenza delle condizioni di cui all’art. 1, c. 118, L. n. 190/14, laddove non vengano rispettati gli obblighi previsti dalle leggi in materia di lavoro e di legislazione sociale. Questo perché la norma intende sollecitare l’assunzione “spontanea” di personale, anche precedentemente impiegato con contratti di natura autonoma e l’esonero, avendo natura premiale nei confronti di chi ha contribuito ad una maggiore e stabile occupazione, non può applicarsi a chi ha violato diposizioni di legge. Pertanto non sarà possibile fruire dell’esonero, laddove il rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato non sia stato instaurato per libera scelta del datore di lavoro, ma in conseguenza di un accertamento ispettivo. - Link

Interesse al distacco nell’ambito dei gruppi di imprese
Il Ministero del Lavoro con l'interpello n. 1 del 20 gennaio 2016 afferma che può ritenersi che anche nel gruppo di imprese venga condiviso un medesimo disegno strategico finalizzato al raggiungimento di un unitario risultato economico che trova, peraltro, rappresentazione finanziaria nel bilancio consolidato di gruppoAppare pertanto possibile ritenere che in caso di ricorso all’istituto del distacco tra le società appartenenti al medesimo gruppo di imprese, ricorrendo, quanto meno, le condizioni di cui al’art. 2359, comma 1, c.c., l’interesse della società distaccante possa coincidere nel comune interesse perseguito dal gruppo analogamente a quanto espressamente previsto dal Legislatore nell’ambito del contratto di rete. - Link


AGENZIA DELLE ENTRATE

Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito d’imposta per la riqualificazione delle imprese alberghiere
Con risoluzione n. 5 del 20 gennaio 2016 l’Agenzia delle Entrate istituisce  il codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito d’imposta per la riqualificazione delle imprese alberghiere di cui all’articolo 10 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83. - Link

EXPO Milano 2015 - Trattamento fiscale delle operazioni relative alla fase di smantellamento dei padiglioni espositivi
L'Agenzia delle entrate con la circolare n. 1 del 20 gennaio 2016 fornisce una guida agli espositori e agli altri partecipanti di Expo Milano 2015 che intendono cedere, a titolo oneroso o gratuito, i padiglioni smontati, il loro contenuto e gli altri beni utilizzati durante la manifestazione. - Link