Giovedì, 07 Gennaio 2016 14:13

Occupazione: Italia penultima tra i paesi europei

L’Italia si è classificata al penultimo posto nello studio effettuato dall’Eurostat sui dati relativi all’occupazione giovanile in Europa nel 2014. L’indagine evidenzia come poco più della metà dei laureati italiani (52,9%) risulti occupato entro tre anni dalla laurea. Un dato negativo, il peggiore nell’Unione Europea dopo la Grecia (47,4%). Per i diplomati la situazione peggiora: in Italia, sempre a tre anni dal titolo di scuola secondaria superiore, ha un lavoro solamente il 30,5% del campione (siamo, addirittura, all'ultimo posto contro una media Ue del 59,8 per cento).
Nel complesso, le persone tra i 20 e i 34 anni uscite dal percorso formativo occupate in Italia nel 2014 erano appena il 45% contro il 76% medio in Europa, indietro quindi di oltre trenta punti percentuali. Rispetto ai Paesi nostri competitor siamo, dunque, molto distanti (Germania 90%, Regno Unito 83,25, Francia 75,2%).

Il Sole24Ore

Notizie correlate: Bce - in italia occupazione invariata, in area Euro cresce