Martedì, 05 Gennaio 2016 11:41

Gestione separata, aliquota previdenziale al 31%

Sale l’aliquota previdenziale dovuta alla gestione separata Inps. La Legge di Stabilità 2016 ha disposto un blocco degli aumenti per i soli lavoratori autonomi titolari di partita iva, iscritti in via esclusiva alla gestione separata e tenuti al pagamento dell'aliquota contributiva in misura piena, oltre al versamento della percentuale aggiuntiva dello 0,72% per l’assistenza. Lo stop non ha però interessato le altre categorie di lavoratori per cui vige l'obbligo di iscrizione alla gestione separata.

Sale così di un punto l'aliquota pensionistica nei confronti degli iscritti alla gestione, non titolari di posizione fiscale ai fini Iva, quali i collaboratori coordinati e continuativi (co.co.co), gli associati in partecipazione che apportano attività lavorativa e, a specifiche condizioni, i lavoratori autonomi occasionali (quando il compenso supera la soglia dei 5.000 euro annui). L' articolo 1, comma 79, della legge 247/07 aveva previsto un progressivo adeguamento: queste si elevano al 31% per il 2016, al 32% per il 2017 e al 33% dal 2018. A queste percentuali va poi aggiunta l'aliquota dello 0,72% destinato al finanziamento delle misure assistenziali.

Il Sole24Ore del 05/01

Notizie precedenti: Computo in gestione separata Inps - Cassetto previdenziale, gestione separata e comunicazione bidirezionale - Cassetto gestione separata, nuovo applicativo