Lunedì, 04 Gennaio 2016 10:45

Sviluppo rurale: dall’Ue 2,14 miliardi di euro

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con un comunicato stampa del 21/11/2015 rende noto che è stato approvato dalla Commissione europea il PSR 2015 - 2020, per un finanziamento pubblico totale pari ad 2,14 miliardi di euro. 

Il finanziamento è suddiviso in tre misure:

1) Gestione del rischio per 1,64 miliardi di euro

Tale misura è orientata al consolidamento e l’ampliamento di nuovi settori e territori sviluppando strumenti nuovi come i fondi di mutualizzazione e per la stabilizzazione dei redditi aziendali.

2) Investimenti irrigui per 300 milioni

Tale misura punta invece a sostenere la competitività del settore grazie a progetti di investimento nel settore dell’irrigazione.

3) Biodiversità animale per 200 milioni

Quest’ultima misura  ha invece l'obiettivo della salvaguardia e del miglioramento delle popolazioni e razze animali di interesse zootecnico, con l'intento di accrescere la sanità e il benessere degli animali, di ridurre l'impatto ambientale e di migliorare la qualità delle produzioni. 

Il nuovo programma nazionale di sviluppo rurale 2015-20 rappresenta un’opportunità non indifferente per tutto il comparto agricolo italiano. E’ necessario tuttavia che tali risorse non vengano sprecate come è avvenuto in periodi precedenti ma utilizzate in un ottica di sostenibilità e sviluppo economico.

Il piano costituisce anche un’opportunità per i consulenti del lavoro, che oltre a poter diversificare i loro servizi di consulenza, potranno offrire alle aziende che assistono su tutto il territorio nazionale, la loro professionalità e competenza anche in discipline come la finanza agevolata.

Attraverso questo link puoi scaricare il PSR 2015-2020

http://www.reterurale.it/downloads/Programma_Sviluppo_Rurale_Nazionale_2014-2020.zip