Lunedì, 27 Aprile 2015 11:50

Fatturato dell'industria torna a crescere: +0,4% a febbraio

Spread in rialzo. In avvio di settimana il differenziale  tra il Btp e il Bund tedesco è in aumento a 132,4 punti, rispetto ai 128 di fine giornata di venerdì scorso. Il rendimento del titolo decennale italiano è all'1,46%.

Nello scorso mese di febbraio, l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) è diminuito dello 0,2% rispetto al mese precedente. Nella media del trimestre dicembre 2014 - febbraio 2015, l’indice ha registrato una variazione positiva dello 0,1% rispetto al trimestre precedente. Nel confronto con gennaio 2015, sono scese sia le vendite di prodotti alimentari (-0,2%), sia quelle di prodotti non alimentari (-0,1%). Rispetto a febbraio 2014, l’indice grezzo del totale delle vendite segna un aumento dello 0,1%. E' quanto emerge dalle rilevazioni diffuse dall'Istat.

Il fatturato dell'industria torna a crescere a febbraio dello 0,4% rispetto a gennaio, ma cala dello 0,9% rispetto a febbraio 2014. Secondo l'analisi dell'Istat l'aumento congiunturale riguarda sia il mercato interno (+0,2%) che quello estero (+0,6%), che cresce anche su base annua (+0,8%). Sono in progresso pure gli ordini (+0,8% su mese, +2% anno)

A marzo le attivazioni dei nuovi contratti di lavoro nel complesso, ad eccezione del lavoro domestico e della Pa, sono state 641.572 a fronte di 549.273 cessazioni. Il saldo attivo è di oltre 92.000 unità: sono i dati delle comunicazioni obbligatorie del Ministero del Lavoro. 

 

0
0
1
s2smodern