Sabato, 07 Marzo 2015 17:42

Jobs Act in vigore. L'analisi nel VIDEOforum del 13 marzo

I primi due decreti legislativi (n. 22 e n. 23) attuativi del Jobs act sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale n. 54 del 6 marzo 2015. Con questo provvedimento, quindi, dal 7 marzo entrano in vigore il contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti e dal 1° maggio partirà il riordino degli ammortizzatori sociali con la nuova Aspi (NASpI).

Il DLgs 4 marzo 2015, n. 23  contiene le disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183. Per i lavoratori che rivestono la qualifica di operai, impiegati o quadri,  assunti  con  contratto  di  lavoro  subordinato  a  tempo indeterminato a  decorrere  dal 7 marzo 2015, il regime  di  tutela  nel  caso  di  licenziamento illegittimo è disciplinato dalle disposizioni  di  cui  al  decreto n.23/15.

Il DLgs 4 marzo 2015, n. 22 contene disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183.A decorrere dal 1° maggio 2015  ​è ​istituita presso  la  Gestione ​ ​ prestazioni temporanee ai lavoratori dipendenti, un ​'​  indennita'  mensile  di  disoccupazione, denominata: «Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l'Impiego (NASpI)», avente la funzione di fornire una  tutela  di  sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che  abbiano  perduto  involontariamente la propria occupazione. La NASpI sostituisce le prestazioni di ASpI e mini-ASpI ​.​

Le novità dei due decreti attuativi, assieme allo sgravio triennale, saranno analizzate nel corso del Videoforum del 13 marzo p.v. organizzato dalla Fondazione Studi in collaborazione con Italia Oggi.

Vai alla pagina speciale Jobs Act 

0
0
1
s2smodern