Giovedì, 09 Ottobre 2014 07:36

Jobs Act, al Senato con la fiducia, ecco il testo

Nel Maxiemendamento tutte le deleghe al governo: riforma degli ammortizzatori sociali e dei servizi per il lavoro, semplificazioni procedure burocratiche, riordino dei contratti di lavoro e delle ispezioni, nonché ricerca di conciliazione di esigenze di cura, vita e lavoro. I decreti legislativi per il riordino della normativa arriveranno entro 6 mesi. Tra i criteri direttivi: regolare l’accesso alla CIG, rimodulazione dell’Aspi, eliminazione dello stato di disoccupazione come requisito per l'accesso a servizi di carattere assistenziale, coinvolgimento dei soggetti beneficiari dei trattamenti di integrazione salariale e sanzioni per indisponibilità degli stessi, razionalizzazione degli incentivi all’assunzione esistenti, creazione dell’Agenzia nazionale per l’occupazione, introduzione di modelli sperimentali per l’utilizzo del collocamento, abrogazione di norme sui rapporti di lavoro per dimezzare atti di gestione, revisione del sistema sanzionatorio e valorizzazione di istituti premiali, creazione dell’Agenzia unica per le ispezioni. Sul fronte dei contratti di lavoro, invece, si prevede, per le nuove assunzioni, il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti in relazione all'anzianità di servizio, la revisione della disciplina delle mansioni e dei controlli a distanza, compenso orario minimo, ampliamento dei voucher, nuove garanzie per la genitorialità e previsione della cessione dei riposi/ferie fra lavoratori.

Entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore dei decreti legislativi il Governo potrà adottare disposizioni integrative e correttive dei decreti medesimi.

  • DDL delega, testo approvato al Senato
  • 0
    0
    0
    s2smodern