Mercoledì, 20 Gennaio 2021 13:16

Indennità Covid respinte, domande di riesame

Con il messaggio n.143 del 15 gennaio 2021 l’Inps fornisce le istruzioni per la gestione degli eventuali riesami relativi alle domande di erogazione dell'indennità onnicomprensiva Covid-19, pari a 1.000 euro, prevista dal D.L. n. 104/2020, convertito con modificazioni dalla L. n. 126/2020, in favore di lavoratori autonomi stagionali, intermittenti, occasionali e dello spettacolo. Dopo la prima fase di gestione centralizzata delle domande l’Inps comunica che gli esiti, determinati in base ai requisiti già fissati con la precedente circolare n. 125/2020, sono consultabili nella sezione del sito dell’Istituto al percorso “Covid-19: tutti i servizi” - “Indennità 600/1.000 euro”- “Esiti”. Per le istanze respinte, l'Inps illustra i passi da seguire per procedere con la richiesta del riesame delle domande. Nell’allegato 1 al messaggio, infatti, l’Istituto sintetizza per tutte le diverse categorie di lavoratori potenziali destinatari dell’indennità la casistica delle motivazioni di rifiuto, con la documentazione da presentare in caso di richiesta di riesame della domanda entro 20 giorni (termine non perentorio) dal 15 gennaio o dalla data di notifica della reiezione se successiva. A livello operativo l’utente può allegare tale documentazione, grazie ad un'apposita funzionalità, attraverso il link “Esiti” nella stessa sezione del sito Inps in cui è stata presentata la domanda, oppure inviarla alla struttura territoriale di competenza attraverso una casella di posta istituzionale dedicata (riesamibonus600.nomesede@inps.it). Infine per i casi di “reiezione forte” - si legge - il richiedente potrà direttamente proporre azione giudiziaria.

Notizie correlate: Il Decreto Agosto è legge - Lavoratori stagionali: novità e criticità alla luce del “decreto Agosto” - Decreto Agosto e indennità Covid-19: chiarimenti Inps

0
0
0
s2smodern