Martedì, 07 Luglio 2020 15:06

Le Novità Normative della Settimana dal 29 giugno al 5 luglio 2020

Tempistiche per la fruizione del beneficio economico spettante ai nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza

Il Ministero del Lavoro , di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha pubblicato,sulla Gazzetta Ufficiale n. 163 del 30 giugno 2020, il Decreto 2 marzo 2020, con le tempistiche per la fruizione del beneficio economico spettante ai nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza.

 

Differimento termini riguardanti gli adempimenti dei contribuenti relativi a imposte e contributi

È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 29 giugno 2020, il D.P.C.M. 27 giugno 2020, con  il differimento dei termini riguardanti gli adempimenti dei contribuenti relativi a imposte e contributi.

I soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun indice, dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell’economia e delle finanze, tenuti entro il 30 giugno 2020 ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi e dell’imposta sul valore aggiunto correlata agli ulteriori componenti positivi dichiarati per migliorare il profilo di affidabilità, nonché dalle dichiarazioni dell’imposta regionale sulle attività produttive, , effettuano i predetti versamenti:

a) entro il 20 luglio 2020 senza maggiorazione;

b) dal 21 luglio al 20 agosto 2020, maggiorando le somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo

La proroga si applica non solo ai soggetti ISA o ai soggetti che presentano cause di esclusione o di inapplicabilità dagli ISA, ma anche a coloro che applicano il regime forfetario, nonché ai soggetti che partecipano a società, associazioni e imprese, laddove abbiano i requisiti richiesti.

 


INPS

Compilazione del Quadro RR

L’INPS, con la circolare n. 79 del 1° luglio 2020, rende noto le istruzioni sulle modalità di compilazione del Quadro RR del modello “Redditi 2020-PF” cui devono attenersi i soggetti iscritti alle Gestioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, nonché i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata.

 


MINISTERO DEL LAVORO

CIG in deroga in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Con Circolare n. 11 del 1 luglio 2020, Il Ministero del lavoro illustra la normativa recentemente entrata in vigore in materia di cassa in deroga introdotta dal c.d. Decreto Rilancio e fornisce le indicazioni utili relative all’accesso al trattamento, anche per i trattamenti di proroga le cui istanze dovranno essere presentate all’INPS

Condizione necessaria affinché le nove settimane possano essere incrementate delle ulteriori cinque settimane è quindi che per i datori di lavoro richiedenti sia stato già interamente autorizzato il periodo di nove settimane. Le aziende, qualora abbiano interamente fruito del trattamento di integrazione salariale ordinario, in deroga o di assegno ordinario per l'intero periodo massimo di 14 settimane (9+5), possono richiedere ulteriori 4 settimane di intervento, anche per periodi antecedenti al 1° settembre 2020, per un limite massimo di 18 settimane complessive.

 

Nuove disposizioni per la cassa integrazione in deroga

Il Ministero del Lavoro ha emanato il Decreto n. 9 del 20 giugno 2020, per il finanziamento dei trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga in favore dei datori di lavoro privati.

In particolare, il decreto provvede, all’individuazione delle modalità di presentazione delle istanze per i trattamenti di cassa integrazione salariale in deroga, per le settimane successive alle prime nove e stabilisce le tempistiche di concessione ed erogazione dei trattamenti da parte dell’amministrazione cui è stata presentata l’istanza, prevedendo, nei casi di istanze presentate all’INPS per settimane successive alle prime nove, un’anticipazione di pagamento del trattamento pari al 40% delle ore autorizzate nell’intero periodo.


 

INAIL

Sorveglianza sanitaria eccezionale: nuovo servizio online

L’Inail comunica che dal 1° luglio 2020 è attivo il nuovo servizio online “Sorveglianza sanitaria eccezionale” per richiedere le visite mediche

L’attività di sorveglianza sanitaria eccezionale si sostanzia in una visita medica che può essere svolta dai medici Inail in possesso della specializzazione in medicina del lavoro, ivi compresi i medici a rapporto libero professionale.

Ai sensi dell’art. 83 d.l. 34/2020 i datori di lavoro pubblici e privati assicurano la sorveglianza sanitaria eccezionale ai lavoratori “fragili” ovvero ai lavoratori che, per condizioni derivanti da immunodeficienze da malattie croniche, da patologie oncologiche con immunodepressione anche correlata a terapie salvavita in corso o da più co-morbilità, valutate anche in relazione dell’età, ritengono di rientrare in tale condizione di fragilità.I datori di lavoro che, ai sensi dell'articolo 18, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, non sono tenuti alla nomina del medico competente per l'effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dal medesimo decreto legge, devono garantire ai lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio le misure di sorveglianza sanitaria eccezionale, nominando un medico competente ovvero facendone richiesta ai servizi territoriali dell’Inail

Per richiedere la visita dei medici Inail è stato realizzato il nuovo servizio online “Sorveglianza sanitaria eccezionale”, disponibile a decorrere dal 1° luglio 2020 e accessibile dagli utenti muniti di credenziali dispositive.
Per gli utenti non registrati le credenziali possono essere acquisite tramite Spid, Inps, Carta nazionale dei servizi (Cns) o Inail (con l’inoltro dell’apposito modulo attraverso i servizi online o da consegnare presso le sedi territoriali Inail).
 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Corrispettivi telematici

 

Con Il provvedimento del 30 giugno 2020 l’Agenzia delle entrate, considerati i nuovi termini per dotarsi di un registratore  telematico, “aggiorna” alle nuove date i contenuti dei precedenti provvedimenti del 28 ottobre 2016  relativo all’obbligo di dotarsi di un apparecchio di cassa di ultima generazione, e del 31 ottobre 2019, relativo alla lotteria degli scontrini.
Il provvedimento aggiorna, tra l’altro, il termine di entrata in vigore dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri e del conseguente adeguamento dei registratori telematici.

 

Crediti d’imposta canoni locazione

Con il provvedimento del 1° luglio 2020, dell’Agenzia delle entrate sono stati approvati il modello e le istruzioni per la cessione e le modalità di utilizzo da parte dei cessionari del credito d’imposta relativo ai canoni di locazione di botteghe e negozi (articolo 65 Dl n. 18/2020) e ai canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda (articolo 28 Dl n. 34/2020). 

Il cedente dovrà inviare la comunicazione telematica tramite un’apposita funzionalità disponibile nell’area autenticata del sito dell’Agenzia, dal prossimo 13 luglio fino al 31 dicembre 2021

 

Detrazione sismabonus

Con la risoluzione n. 38 del 3 luglio 2020, l'Agenzia delle entrate h affermato che può beneficiare delle detrazione sismabonus l’acquirente dell’abitazione oggetto di interventi antisismici, situata nella zona 3, anche se l’impresa costruttrice non ha presentato la prevista asseverazione contestualmente alla richiesta del titolo abilitativo, se all’epoca dell’inizio lavori l’agevolazione era destinata soltanto agli immobili della zona 1.

 

Bonus vacanze: nuovi chiarimenti da parte dell'Agenzia

Con la circolare n. 18 del 3 luglio 2020, l’Agenzia delle entrate fornisce nuovi chiarimenti  sulbonus vacanze.

In particolare, il bonus è utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare e il nucleo, perciò, avrà diritto allo sconto una sola volta sulla base della propria composizione indipendentemente dal numero dei componenti che fruiscono dei servizi turistici

La circolare  precisa che sono escluse dal bonus le strutture che svolgono un’attività alberghiera o agrituristica non esercitata abitualmente.

Lo sconto vale anche per i servizi accessori forniti da un soggetto diverso da quello che lo ha praticato, a condizione che siano indicati nella medesima fattura dall’unico fornitore

 


AGENZIA DELLE ENTRATE –  INTERPELLO

Risposta n. 196 del 30 giugno 2020 - Asseverazione non contestuale alla richiesta del titolo abitativo

 

È ammesso il sisma-bonus per gli acquirenti degli immobili, ubicati nelle zone sismiche 2 e 3, demoliti e ricostruiti dall’impresa, le cui procedure autorizzatorie sono iniziate dopo il 1° gennaio 2017 ma prima del 1° maggio 2019, anche se l’asseverazione non è stata presentata insieme alla richiesta del titolo abilitativo.

 

Risposta n. 197 del 30 giugno 2020 - Credito di imposta ZFU

Il credito d’imposta assegnato per l’attività d’impresa svolta nella Zfu centro Italia non può essere utilizzato per il pagamento dell’imposta sostitutiva relativa alla rivalutazione dei beni d’impresa effettuata in seguito a una riorganizzazione aziendale. L’agevolazione è infatti riconosciuta soltanto per il reddito ordinario d'impresa, prodotto esclusivamente nel perimetro della relativa zona franca.

 

Risposta n. 198 del 1 luglio 2020 - Modalità di esercizio dell'opzione per il regime fiscale della cedolare secca

Il contribuente che, dal 1° gennaio 2019, ha locato un immobile commerciale scegliendo, al momento della registrazione del contratto, la tassazione ordinaria, può transitare nel regime della cedolare secca entro il 31 gennaio 2021

 

Risposta n. 199 del 1 luglio 2020 - provvedimenti di delibazione delle sentenze ecclesiastiche che dichiarano la nullità del matrimonio concordatario

I provvedimenti di delibazione delle sentenze ecclesiastiche che annullano l’unione concordataria sono esonerati dall’imposta di bollo e registro al pari di quelli per la cessazione degli effetti civili.

0
0
0
s2smodern