Martedì, 25 Febbraio 2020 13:04

Omesso o insufficiente versamento di ritenute fiscali

Con la circolare n. 3/2020 la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro analizza le prime indicazioni fornite dall'Agenzia delle Entrate con la circolare n.1/E del 12 febbraio scorso e relative alla disciplina volta a contrastare gli omessi o insufficienti versamenti, anche mediante l’indebita compensazione, di ritenute fiscali nonché sull’utilizzo della compensazione per il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali sui redditi da lavoro dipendente e assimilati e dei premi assicurativi obbligatori.

A tale specifica normativa, contenuta nell’art 17-bis, introdotto nel decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, dall’articolo 4 del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124, convertito con modificazioni dalla L. 19 dicembre 2019, n. 157 (in G.U. n. 301 del 24 dicembre 2019), la Fondazione ha già dedicato spazio con la circolare n.1/2020 e l’approfondimento del 07.01.2020. Con il documento pubblicato oggi, invece, gli esperti della Fondazione chiariscono le indicazioni in materia pervenute dall’Amministrazione finanziaria, al fine di agevolare l’attività dei Consulenti del Lavoro nella gestione dei nuovi obblighi introdotti dalla norma, fornendo anche tabelle e formulari che facilitino la verifica dei requisiti soggettivi e oggettivi del committente e una bozza di lettera ad uso dello stesso per richiedere la documentazione necessaria nei tempi previsti dalla legge.

Leggi la circolare n.3/2020 della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro

Notizie correlate: Appalti, confronto tra il CNO e l'Agenzia delle Entrate - Ritenute appalti 2020, prime istruzioni dell’Agenzia delle Entrate - Ritenute appalti e Durf: imprese in difficoltà, serve proroga

0
0
0
s2smodern