Martedì, 11 Febbraio 2020 14:35

Le Novità Normative della Settimana dal 3 al 9 febbraio 2020

Comunicato di rettifica riguardante le Tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall'ACI - Link

L'Agenzia delle Entrate, con un comunicato, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale  n.28 del 4.02.2020, rende noto di aver proceduto a rettificare le precedenti tabelle ACI 2020 relative ai costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli  pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale n.   n. 305/2019, supplemento ordinario n. 4 . Le modifiche riguardano
alla tabella relativa ai Fringe Benefit 2020 - Importi validi fino al 30 giugno - Autoveicoli a  benzina  in produzione - alla pagina 28;
- alla tabella relativa ai Fringe Benefit 2020 - Importi validi dal 1° luglio - Autoveicoli ibridi ed elettrici in produzione - alla pagina 162

 

Misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente - Link

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 29 del 5 febbraio 2020 è stato pubblicato il Decreto Legge 5 febbraio 2020, n. 3, che introduce misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente.

Il decreto, in attuazione della legge di bilancio per il 2020  interviene per rideterminare l’importo ed estendere la platea dei percettori dell’attuale “bonus Irpef”.

La norma introduce
- a partire daluglio 2020 e nelle more di una revisione degli strumenti di sostegno al reddito, una somma a titolo di trattamento integrativo, che non concorre alla formazione del reddito, per i percettori di redditi di lavoro dipendente fino a 28 mila euro l’anno
- per il periodo luglio – dicembre 2020, in vista di una revisione strutturale del sistema delle detrazioni fiscali, una ulteriore detrazione per i percettori di redditi di lavoro dipendente sopra i 28 mila euro e fino a 40 mila l’anno.


 

INPS

Adeguamento dei requisiti di accesso al pensionamento agli incrementi della speranza di vita

Con circolare n. 19 del 7 febbraio 2020, l’Inps rende noto che, a decorrere dal 1° gennaio 2021, i requisiti di accesso ai trattamenti pensionistici adeguati agli incrementi alla speranza di vita non sono ulteriormente incrementati, così come previsto dal decreto 5 novembre 2019 del Ministero dell’Economia e delle finanze, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali. - Link

 

Proroga della pensione anticipata c.d. opzione donna

Con circolare n. 18 del 7 febbraio 2020, l’Inps fornisce indicazioni in merito all’esercizio del diritto all’accesso al trattamento pensionistico anticipato c.d. "opzione donna", già disciplinato con decreto-legge n. 4 del 2019, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 26 del 2019, per il quale la legge di bilancio 2020 ha prorogato i termini per la maturazione dei requisiti necessari entro il 31 dicembre 2019.

La disposizione in questione -estende la possibilità di accedere al pensionamento, a condizione che optino per la liquidazione della pensione con le regole di calcolo del sistema contributivo alle lavoratrici che abbiano maturato i requisiti prescritti entro il 31 dicembre 2019, in luogo del 31 dicembre 2018. La disposizione è entrata in vigore il 1° gennaio 2020. - Link

 

Importo dei contributi dovuti per l’anno 2020 per i lavoratori domestici

L’INPS, con la circolare n. 17 del 6 febbraio 2020, rende noto gli importi dei contributi dovuti per l’anno 2020 per i lavoratori domestici a seguito della variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale). Tale contributo non si applica ai lavoratori assunti a termine in sostituzione di lavoratori assenti. - Link

 

Gestione separata. Aliquote contributive reddito per l’anno 2020

Con circolare n. 12 del 3 febbraio 2020, l'Inps ha diffuso le aliquote, il valore minimale e il valore massimale del reddito erogato per il calcolo dei contributi dovuti da tutti i soggetti iscritti alla Gestione separata per l'anno 2020. - Link


 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Procedura conciliativa tutele crescenti

L'Ispettorato nazionale del lavoro con la nota prot. n. 148 del 10 gennaio 2020, ha chiarito che la procedura conciliativa disciplinata ex art. 6 del D.Lgs. 23/2015 può esaurirsi anche oltre il termine previsto dalla medesima norma per la presentazione dell’offerta conciliativa.

Ai fini della tempestività dell’offerta, è dirimente la comunicazione della medesima da parte del datore di lavoro, mentre la formalizzazione dell’accordo e la consegna dell’assegno circolare possano avvenire anche in tempi successivi.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Contratti automatizzati – pagamento parziale - Link

Con la risoluzione n. 4 del 4 febbraio 2020 l'Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni inviate dall'Agenzia stessa per effetto di procedure automatizzati. Per consentire ai cittadini che hanno ricevuto una comunicazione da parte dell’Agenzia delle Entrate il pagamento parziale di quanto dovuto.

Le comunicazioni inviate dall’Agenzia delle Entrate in modo automatico  riguardano diverse tipologie di contribuenti:
- coloro che hanno determinato in modo sbagliato il credito d’imposta relativo ai versamenti effettuati in favore dei fondi speciali per il volontariato;
- coloro che hanno commesso errori relativi al credito d’imposta per l’adeguamento tecnologico;
- in caso di eccessivo credito d’imposta in riferimento allo sport bonus;
- chi deve rimediare alle inesattezze relative alla determinazione del “tax credit librerie”.

 

Istituzione dei codici tributo per il versamento, tramite modello “F24 Accise”, dell’imposta di consumo sui prodotti accessori ai tabacchi da fumo

L’Agenzia delle entrate con la risoluzione n.5  del 4 febbraio 2020, su richiesta dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, per il versamento, tramite modello “F24 Accise”, dell’imposta di consumo sui prodotti accessori ai tabacchi da fum

Sono utilizzati per il pagamento della prevista tassazione per la commercializzazione di cartine, cartine arrotolate senza tabacco e filtri per le sigarette, nonché delle somme dovute per interessi. - Link

 

Pronto il Durc fiscale

Con provvedimento del 6 febbraio 2020 l'Agenzia delle entrate approva lo schema di certificato che permette alle imprese committenti di verificare che le imprese appaltatrici siano dotate dei requisiti richiesti dal collegato fiscale alla legge di Bilancio 2020

Il certificato, disponibile a partire dal terzo giorno lavorativo di ogni mese, ha una validità di 4 mesi dalla data del rilascio e non sconta l’imposta di bollo, né tributi speciali.Il documento è messo a disposizione presso un qualunque ufficio territoriale della Direzione provinciale competente in base al domicilio fiscale dell’impresa, salvo diverso atto organizzativo adottato dal Direttore provinciale. Competente all’emissione del certificato per i grandi contribuenti è la Direzione regionale, che già provvede al rilascio di altre certificazioni quali la certificazione dei carichi pendenti, dell’esistenza di contestazioni in caso di cessione d’azienda, o attestante l’iscrizione all’Anagrafe tributaria al fine di poter fruire delle agevolazioni previste dalle Convenzioni contro le doppie imposizioni. - Link

 


AGENZIA DELLE ENTRATE - INTERPELLO

Risposta n. 19 del 4 febbraio 2020 - rateizzazione della plusvalenza relativa alla cessione di marchi non iscritti in bilancio

La plusvalenza realizzata mediante la cessione di marchi può essere rateizzata anche se i beni non sono stati iscritti nel bilancio, in quanto il cedente non ha sostenuto alcuna spesa per l’acquisto o per la produzione. - Link

 

Risposta n. 24 del 5 febbraio 2020 - Emolumenti arretrati da assoggettare a tassazione separata

Devono essere assoggettate a tassazione separata dal sostituto d’imposta le retribuzioni arretrate versate, con sentenza del tribunale, dal datore di lavoro a docenti non di ruolo impiegati all’estero, nell’ipotesi in cui la pronuncia non faccia alcun riferimento alla non applicazione delle ritenute fiscali. In tal caso, se il sostituto non conosce l’aliquota media dei singoli insegnanti, dovrà applicare l'aliquota stabilita per il primo scaglione di reddito nell'anno di pagamento dei compensi arretrati. - Link

 

Risposta n. 30 del 6 febbraio 2020 - Atto di divisione ereditaria, tassazione ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale

L’atto di divisione ereditaria, che non dà luogo a conguagli, sconta il Registro con aliquota dell’1%, e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di 200 euro. Questo perché, quando il valore dei beni e dei diritti immobiliari corrisponde esattamente alle quote spettanti di diritto a ciascun erede, non si può parlare di atto traslativo. - Link

 

Risposta n. 31 del 6 febbraio 2020 - - dichiarazione tardiva - fruizione benefici ISA

L’invio della dichiarazione dei redditi oltre la scadenza ordinaria, rispettando il termine dei 90 giorni, non costituisce causa d’esclusione della fruizione dei vantaggi fiscali conseguibili con il raggiungimento di un punteggio ISA elevato. - Link

 

Risposta n. 32 del 7 febbraio 2020 - Aliquota IVA apparecchi per aerosol terapia

Alle cessioni di apparecchi per aerosol terapia e dei relativi accessori, incluse quelle on line, non si può applicare l’aliquota Iva ridotta nella misura del 10%, in quanto si tratta di dispositivi medici non classificabili, dal punto di vista merceologico, fra quelli indicati nella voce doganale “3004”, cioè “medicamenti costituiti da prodotti anche miscelati preparati per scopi terapeutici o profilattici” che possono fruire dell’Iva al 10% in base a una disposizione della legge di Bilancio 2019. - Link

 

Risposta n. 36 del 7 febbraio 2020 - Ritenute su redditi di lavoro dipendente prodotto in Italia da un soggetto fiscalmente non residente

In caso di lavoratore dipendente fiscalmente residente all’estero, che svolge la prestazione lavorativa in diverse sedi nel mondo, sono assoggettati in Italia esclusivamente gli emolumenti corrispondenti al lavoro svolto sul territorio italiano. - Link

 


AGENZIA DELLE ENTRATE – PRINCIPIO DI DIRITTO

Principio di diritto n. 3 del  6 febbraio 2020 -  App per ordinare cibo e bevande e fatturazione elettronica

L'applicazione che consente di visualizzare l'offerta di ristoranti italiani affiliati ed effettuare ordini di cibo e bevande, poi consegnati direttamente al domicilio degli acquirenti (consumatori residenti in Italia) non costituisce un “servizio elettronico”, e di conseguenza, il suo uso non può beneficiare dell'esonero dagli obblighi di fatturazione e di certificazione dei corrispettivi.

Pertanto, l’uso di tali applicativi ricade nelle regole generali e deve essere documentato tramite fattura, ex articolo 21 del decreto Iva, se richiesta dall'utente, o memorizzazione elettronica e invio telematico dei corrispettivi giornalieri, ai sensi articolo 2 del Dlgs n. 127/2015. - Link

0
0
0
s2smodern