Martedì, 21 Gennaio 2020 17:10

Aree di crisi industriale: la riforma è operativa

Operativa la riforma della legge sulle aree di crisi industriale. Il Ministero dello Sviluppo economico ha infatti pubblicato sul proprio sito istituzionale la circolare direttoriale del 16 gennaio 2020, n. 10088, che disciplina criteri e modalità di concessione delle agevolazioni di cui alla legge n. 181/1989 in favore di PMI e reti d’impresa per programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione delle aree di crisi industriali". A seguito della pubblicazione della circolare – spiega il MISE in una nota -, saranno dunque riaperti i bandi e le procedure a sportello chiusi lo scorso 14 novembre e si procederà quindi alla pubblicazione dei nuovi bandi.

La circolare - si legge nel provvedimento -, emessa secondo quanto disposto dal Decreto MISE del 30 agosto 2019, definisce modalità, forme e termini di presentazione delle domande e fornisce specificazioni relative ai criteri e all’iter di valutazione, alle condizioni e ai limiti di ammissibilità delle spese e dei costi, alle soglie e ai punteggi minimi ai fini dell’accesso alle agevolazioni. Sono, altresì, indicate le caratteristiche del contratto di finanziamento, le modalità, i tempi e le condizioni per l’erogazione delle agevolazioni. Possono accedere ai finanziamenti - si spiega ancora - le società di capitali, cooperative e consortili che, alla data di presentazione della domanda, siano regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese, non siano in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali, si trovino in regime di contabilità ordinaria e in regola con tutte le norme vigenti in materia di edilizia ed urbanistica, lavoro, prevenzione degli infortuni e salvaguardia dell'ambiente, obblighi contributivi. Ammesse a partecipare anche reti d’impresa e contratti di rete. Fra i programmi di investimento finanziabili, quelli per la tutela ambientale, i progetti per l’innovazione dell’organizzazione e per la formazione del personale.

Notizie correlate:  CdL fra riforma tributaria, adempimenti e innovazione - Al via il nuovo Smart&Start Italia- MISE: 50 milioni per brevetti, marchi e trasferimento tecnologico

0
0
0
s2smodern