Venerdì, 17 Gennaio 2020 13:14

RdC: online avviso Anpal per l’avvio dell’AdR

Pubblicato sul sito dell’Anpal l’Avviso pubblico del 10 gennaio 2020 rivolto ai soggetti erogatori per l’avvio dell’assegno di ricollocazione per i beneficiari del reddito di cittadinanza (AdRdC). L’avviso attua quanto definito nella delibera del Consiglio di Amministrazione Anpal n. 23/2019 sulle modalità operative e l’ammontare dell’assegno ai sensi dell’art. 9 del D.L. n. 4/2019, convertito con modificazioni nella L. n. 26/2019. L’AdRdC - si precisa - può essere speso presso un centro per l’impiego o uno dei soggetti accreditati di cui all’art. 12 del d. lgs. n. 150/2015.

Il servizio di assistenza intensiva alla ricollocazione può essere erogato da regioni e agenzie regionali per il lavoro, soggetti accreditati ai servizi per il lavoro a livello nazionale e regionale. Inoltre, i soggetti accreditati che abbiano già manifestato il proprio interesse in relazione ad altre tipologie di assegno di ricollocazione sono automaticamente abilitati all'erogazione dell'AdRdC, secondo le procedure di cui all'Allegato 2 dell’Avviso. L'assegno - spiega ancora l’Agenzia - è attribuito ai beneficiari del reddito di cittadinanza tenuti alla stipula del Patto per il lavoro fino al 31 dicembre 2021, data entro la quale il beneficiario dovrà scegliere il soggetto erogatore. Quest'ultimo, a sua volta, è tenuto ad “attivare” il beneficiario entro 30 giorni dalla scelta, ovvero a registrare nell’area riservata MyANPAL il primo appuntamento svolto, in assenza del quale, decorsi 30 giorni, il beneficiario di RdC è tenuto a rivolgersi ad un altro soggetto erogatore. Sempre su MyANPAL il soggetto erogatore dovrà poi inserire le attività previste nel programma di ricerca intensivo e tracciarne l’esito, sul quale verranno effettuate attività di controllo.

Notizie correlate: In GU il Decreto Milleproroghe 2020 - I progetti di Fondazione Lavoro per il 2020- Tra 2014 e 2017 oltre 1 mln di tirocini extracurriculari

0
0
0
s2smodern