Venerdì, 10 Gennaio 2020 13:45

Comunicazioni sui controlli delle dichiarazioni: guida AE

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito la guida “Comunicazioni sui controlli della dichiarazioni” aggiornata a dicembre 2019. Due le principali tipologie di controllo effettuate dagli uffici dell’Agenzia - si spiega - al fine di verificare la correttezza dei dati trasmessi: automatico e formale. Il primo si applica a tutte le dichiarazioni presentate attraverso una procedura automatizzata; il secondo, invece, avviene su un campione selezionato in base a criteri fondati sull’analisi del rischio e avviene mediante un riscontro dei dati indicati nella dichiarazione con documenti che ne attestino la correttezza.

Un’analoga attività di controllo viene eseguita anche sui versamenti delle imposte che il contribuente effettua direttamente, senza la necessità di compilare una dichiarazione (imposta di registro, imposta di bollo ecc.). Inoltre, prima della presentazione della dichiarazione annuale (sia quella dei sostituti d’imposta sia le dichiarazioni dei redditi e Iva), se vi è pericolo per la riscossione l’ufficio può controllare la tempestiva effettuazione dei pagamenti dei tributi dovuti a saldo e in acconto e iscrivere a ruolo a titolo definitivo le imposte non versate con le relative sanzioni e gli interessi. Nella guida vengono poi riepilogate le comunicazioni di irregolarità al contribuente a seguito dei controlli effettuati e cosa fare sia nel caso in cui se ne riconosca la validità, sia quando non si sia d’accordo. Infine, si spiegano le modalità con cui rateizzare quanto dovuto al fisco e si riepilogano le fonti normative di riferimento.

Notizie correlate: Regime impatriati escluso se posizione lavorativa non cambia - Pace fiscale: le prossime scadenze - Lavoratori impatriati: chiarimenti sul regime speciale

0
0
0
s2smodern