Giovedì, 14 Novembre 2019 09:25

RdC: dal 15.11 domanda online per incentivi all’assunzione

Sciogliendo la riserva della circolare n. 104 del 19 luglio scorso, con il messaggio n. 4099 /2019 l’Inps annuncia che, dal prossimo 15 novembre, sarà finalmente disponibile il modulo di richiesta dell’incentivo all’assunzione di percettori di reddito di cittadinanza, previsto dall’art. 8 del d.l. n. 4/2019, convertito con modifiche nella l. n. 26/2019. Sul sito www.inps.it, nella sezione “Portale delle Agevolazioni” (ex sezione DiResCo), sarà infatti reso disponibile il modello “SRDC - Sgravio Reddito di Cittadinanza – art. 8 del d.l. n. 4/2019”, da inviare telematicamente.

Nell’istanza il datore di lavoro – si spiega - dovrà indicare anche se l’assunzione riguardi un’attività lavorativa coerente con il percorso formativo seguito in base al patto di formazione. Tale circostanza, infatti, determina per il datore una fruizione del beneficio in misura ridotta, in quanto una quota dell’incentivo viene riconosciuta, sempre in forma di sgravio contributivo, all’ente di formazione che ha qualificato o riqualificato il lavoratore assunto, il quale potrà a sua volta verificare l’ammontare dello sgravio mediante un’apposita utility il cui rilascio avverrà con un successivo messaggio. La domanda verrà accolta e, contestualmente, l’Inps elaborerà il relativo piano di fruizione qualora risulti che: il datore di lavoro abbia comunicato la disponibilità dei posti vacanti (vacancy) alla piattaforma Anpal; il lavoratore sia percettore del beneficio; vi sia sufficiente capienza di aiuti de minimis in capo al datore di lavoro. Lo sgravio sarà riconosciuto in base alla minor somma tra il beneficio mensile del RdC spettante al nucleo familiare, il tetto mensile di 780 euro e i contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore calcolati con riferimento al rapporto di lavoro a tempo pieno. Nel provvedimento vengono indicate le modalità di compilazione dei flussi Uniemens sia in caso di fruizione piena che ridotta dell’incentivo, nonché la procedura per le denunce dei datori di lavoro che versano contributi agricoli.

Notizie correlate: Contributo addizionale NASpI: ampliare ipotesi esclusione stagionali - Quesiti LIVE: le risposte degli esperti della Fondazione Studi - Il contributo addizionale NASpI nei rinnovi dei contratti a termine

0
0
0
s2smodern