Venerdì, 08 Novembre 2019 12:30

Contrattazione collettiva: siglato accordo Cifa-Confsal

Nuovi modelli di relazioni industriali e di rappresentatività sindacale e contrasto al dumping contrattuale e salariale: questi i principali obiettivi dell’accordo interconfederale siglato da Cifa (Confederazione italiana federazioni autonome) e Confsal (Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori) per promuovere “la contrattazione collettiva di qualità” grazie alla bilateralità.

L’intesa – si legge nel comunicato stampa congiunto delle due organizzazioni –introduce nuovi sistemi di classificazione del personale, l’innalzamento costante delle competenze dei lavoratori con la formazione continua, un rapporto più forte tra scuola, università e impresa, nuove politiche salariali, il potenziamento della contrattazione decentrata, la flessibilità, il benessere organizzativo. Inoltre, l’accordo propone un nuovo modello di misurazione della rappresentatività sindacale, sul quale dovrebbe vigilare il Cnel come ente terzo, che tiene conto sia di requisiti numerici che qualitativi. Si prende in considerazione, infatti, non solo il numero degli associati, ma anche alcuni indici di qualità: livelli retributivi; rispetto dei diritti fissati per legge; tutele aggiuntive per il lavoratore come formazione e welfare; presenza al Cnel della Confederazione sindacale firmataria dell’accordo; un sistema bilaterale capace di dare attuazione ai contenuti dell’accordo.

Il comunicato stampa

Notizie correlate: Contratto di espansione: potenzialità e criticità - Il decreto crisi è legge - Contributo addizionale NASpI: ampliare ipotesi esclusione stagionali

0
0
0
s2smodern