Lunedì, 21 Ottobre 2019 15:06

Le Novità Normative della Settimana dal 14 al 20 ottobre 2019

Aree di crisi industriale - Revisione delle condizioni e delle modalità per l’attuazione degli interventi

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 244 del 17 ottobre 2019 Il decreto 30 agosto 2019 con cui  stabilisce i termini, le modalità e le procedure per la presentazione delle domande di accesso, nonché i criteri di selezione e valutazione per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore di programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione delle aree di crisi industriali, in sostituzione della disciplina attuativa recata dal DM 9 giugno 2015. - Link

 

In Gazzetta il Decreto Clima

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 241 del 14 ottobre 2019 il D.L. n. 111 del 2019 (cd. "Decreto Clima") tra le norme introdotte  prevede, tra l’altro, l’istituzione del "buono mobilità" con il quale è riconosciuto un contributo alla rottamazione di auto e motoveicoli inquinanti, fino a 1.500 euro per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico o di biciclette anche a pedalata assistita; un contributo ai comuni per l’acquisto di scuola bus ibridi o elettrici; un contributo a fondo perduto per la realizzazione di spazi dedicati alla vendita ai consumatori di prodotti alimentari e detergenti, sfusi o alla spina; la proroga al 31 dicembre 2019 del termine per l’avvio della restituzione dei tributi e dei contributi previdenziali e assistenziali non versati per effetto della cosiddetta "busta paga pesante", nei territori del centro Italia colpiti dal sisma del 2016. - Link

 

INPS

Gestione Artigiani e Commercianti. Avvisi Bonari relativi alla rata in scadenza ad agosto 2019

L’INPS, con il messaggio n 3750 del 17 ottobre 2019, informa delle elaborazioni per l’emissione degli avvisi bonari relativi alla rata in scadenza ad agosto 2019 per i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni degli Artigiani e Commercianti. Gli Avvisi Bonari saranno a  disposizione all’interno del Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti. - Link

 

Proroga della ripresa dei versamenti sospesi dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria

L’INPS, con il messaggio n. 3721 del 15 ottobre 2019 , comunica che l’articolo 8, comma 1, lett. b), del decreto–legge n. 111/2019,  ha differito al 15 gennaio 2020  la ripresa degli adempimenti e dei versamenti delle aziende ubicate nei  territori colpiti dagli eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. - Link

 

INAIL

Adeguamento della Tabella di indennizzo del danno biologico in capitale

L'Inail, con la circolare n. 27 dell’11 ottobre 2019, aggiorna la Tabella di indennizzo del danno biologico in capitale sulla base del decreto de Ministro del lavoro n. 45 del 23 aprile 2019 per il triennio 2019-2021. - Link

 

Eventi sismici verificatisi nei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017. Nuovo termine per la ripresa dei pagamenti dei premi assicurativi sospesi.

L'Inail, con la circolare n. 28 del 18 ottobre 2019, rende noto la proroga al 15 gennaio 2020 della ripresa dei versamenti da parte dei soggetti che risiedono e operano nei territori del Centro Italia colpiti dal sisma del 2016 e 2017. - Link

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Lavoratori intermittente - comunicazione di inizio della prestazione lavorativa

L’Ispettorato nazionale del lavoro, con nota del 9 ottobre 2019, n. 8716, ha fornito alcuni chiarimenti in ordine all’invio tramite mail del modello UNI Intermittenti con cui,  il datore di lavoro è tenuto a comunicare in via telematica ogni chiamata del lavoratore. L'ispettorato sottoliniea che le mail inviate all’indirizzo PEC  e contenenti più moduli in allegato hanno generato un errore che non ha permesso il caricamento dei dati dei lavoratori. Di conseguenza, per evitare l’invio di mail con più moduli allegati, l’INL ricorda che ogni singolo modello permette di comunicare fino ad un massimo di 10 lavoratori coinvolti, anche per periodi di chiamata di lavoro intermittente diversi.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Istituzione dei codici tributo per il versamento delle somme dovute a titolo di indennità di mora e interessi sull’imposta di consumo sui prodotti succedanei dei prodotti da fumo

L'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 86 del 15 ottobre 2019, ha istituito i codici tributo per il versamento delle somme dovute a titolo di indennità di mora e interessi sull’imposta di consumo sui prodotti surrogati dei prodotti da fumo. I codici tributo vanno utilizzati nel modello “F24 Accise” esposti nella “Sezione accise/monopoli e altri versamenti non ammessi in compensazione”, nella colonna “importi a debito versati”. - Link

 

Accisa sui tabacchi lavorati di spettanza della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia

L'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 87 del 16 ottobre 2019  ha ridenominato i codici tributo, istituiti con la risoluzione n. 50/2008, per consentire il versamento, tramite modello F24 Accise, dell’accisa sui tabacchi lavorati immessi in consumo nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. - Link

 

Esenzione dalle ritenute sugli interessi - Beneficiario effettivo

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 88/E del 18 ottobre 2019, è intervenuta  in tema di esenzione dalle  imposte sugli interessi e sui canoni corrisposti fra società consociate di Stati membri dell’Unione europea è disciplinata dall’art. 26-quater del D.P.R. n. 600 del 1973, affermando che nell'ambito di esenzione dalle ritenute sugli interessi fra società consociate di Stati membri dell’Unione europea, per essere una società considerata beneficiario effettivo deve ricevere i pagamenti in qualità di beneficiario finale e non come agente, delegato o fiduciario di altri soggetti. - Link


 

AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLO

Risposta n. 415 del 15 ottobre 2019 - Cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per gli interventi di riqualificazione energetica

Il diritto alla detrazione maturato da una società a seguito delle spese per la riqualificazione energetica e imputato per trasparenza pro quota ai tre soci non può essere ceduto alla stessa società istante. Il quadro normativo e di prassi evidenzia che il collegamento necessario per la cedibilità del credito va individuato nel rapporto che ha dato origine alla detrazione. - Link

 

Risposta n. 417 del 17 ottobre 2019 - Note spese e relativi giustificati

In caso di documenti informatici, ove il giustificativo allegato alla nota spese non consenta di risalire al suo contenuto attraverso altre scritture o documenti di cui sia obbligatoria la conservazione, anche se in possesso di terzi, e abbia pertanto natura di documento analogico originale unico, la relativa conservazione sostitutiva necessita dell'intervento del pubblico ufficiale.

Alla stessa conclusione deve giungersi nelle ipotesi in cui i giustificativi siano comunque emessi da soggetti economici esteri di Paesi extra UE, con i quali non esiste una reciproca assistenza in materia fiscale o non è assicurato un effettivo scambio di informazioni. - Link 

 

Risposta n. 418 del 18 ottobre 2019 - Cause di esclusione dell'applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA)

In presenza di tipologie di reddito tra loro diverse, uno agrario e l’altro d’impresa, derivanti da attività rientranti nello stesso studio Isa, a quello d’impresa si applicano gli indici, all’agrario no, perché non riconducibile ad attività di impresa o di lavoro autonomo. - Link

 

 

ISTAT

TFR – Coefficiente di rivalutazione

L’Istatha comunicato l’indice relativo al mesedi settembre 2019 che è pari a102,5%. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto con riferimento al mese di settembre 2019 è di 1,418830 %. - Link

0
0
0
s2smodern