Venerdì, 18 Ottobre 2019 13:13

Sisma: versamenti prorogati al 15 gennaio 2020

Slitta ancora il termine previsto per il pagamento della contribuzione dovuta, in unica soluzione o mediante rateizzazione, dalle aziende con sede nelle Regioni del Centro Italia colpite dagli eventi sismici nel 2016 e 2017. A comunicarlo è l'Inps con il messaggio n. 3721 del 15 ottobre 2019 che, recependo quanto previsto dal legislatore con il D.L. n. 111/2019, ha stabilito la proroga al 15 gennaio 2020 del termine entro cui le aziende con sede nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017 devono provvedere alla ripresa di adempimenti e versamenti con riferimento al periodo che va dalla data dell’evento calamitoso fino al 30 settembre 2017.

Il termine per la ripresa degli adempimenti e dei versamenti sospesi era stato fissato, da ultimo, a seguito dell’emanazione della legge n. 55/2019, di conversione del decreto-legge n. 32/2019, alla data del 15 ottobre 2019, in unica soluzione o, in alternativa, in un massimo di 120 rate mensili di pari importo, con il versamento dell’importo corrispondente al valore delle prime cinque rate entro lo scorso 15 ottobre. Le istruzioni per la ripresa dei versamenti erano state fornite con i messaggi n. 3247 e 3646 dell'Istituto.

Notizie correlate: Sisma: versamento contributi entro il 15 ottobre - AE: codici tributo per investimenti in aree sisma e ZES - Sisma Centro Italia e ZES: al via la comunicazione

0
0
0
s2smodern