Venerdì, 04 Ottobre 2019 16:30

RdC e PdC: integrazione domande dal 4 ottobre

L’Inps, con messaggio n. 3568 del 2 ottobre 2019, ha comunicato le modalità operative con le quali potranno essere integrate le dichiarazioni di responsabilità rese dai beneficiari di reddito e pensione di cittadinanza che hanno presentato domanda nel corso del mese di marzo 2019. Dal 4 ottobre gli interessati potranno provvedere all’integrazione attraverso una procedura semplificata disponibile tra i servizi web del portale Inps o, in alternativa, tramite gli intermediari abilitati. L’Istituto – si legge nel messaggio – ha avvisato gli interessati di questa possibilità tramite i recapiti sms o e-mail da loro indicati nella domanda.

Il collegamento alla pagina avviene senza necessità del PIN, previo riscontro attraverso l’apposita interfaccia in cui dovranno essere inseriti a cura del richiedente:

- il protocollo della pratica Rdc/Pdc (esempio: INPS-RDC-2019-xxxxx);
- il codice fiscale del richiedente;
- il codice alfanumerico ricevuto via e-mail/sms.

L’autenticazione  - si legge - avviene previa visualizzazione dell’informativa in cui si rende noto che le dichiarazioni da aggiornare sono quelle di cui ai quadri F (Condizioni necessarie per godere del beneficio) e G (Sottoscrizione dichiarazione) del nuovo modello di domanda del reddito e della pensione di cittadinanza, in vigore a decorrere dalla conversione in legge del D.L. n. 4/2019. Qualora il riscontro non dovesse andare a buon fine, il sistema avviserà circa l'impossibilità di procedere con la sottoscrizione delle dichiarazioni aggiornate. Sarà comunque possibile esperire un nuovo tentativo di autenticazione.

Notizie correlate: Rdc/PdC: accolto il 65,7% delle domande - RdC: nel Lazio 400 chiamate al giorno per raggiungere l’obiettivo - Rdc, i nodi da sciogliere

0
0
0
s2smodern