Venerdì, 06 Settembre 2019 16:35

Calderone: “Stabilità parola chiave per agenda di governo”

“Stabilità: credo che si possano sintetizzare in questo termine quelle che sono le esigenze delle imprese, dei lavoratori, del mondo delle professioni”. Ad affermarlo la Presidente del CUP, Marina Calderone, in un’intervista a tutto campo su Class CNBC. Non a caso, fra i temi caldi dell’agenda del nuovo esecutivo vi sono innanzitutto quelli legati alla prossima Legge di Stabilità: “c’è preoccupazione per il possibile aumento dell’Iva” ma non solo: “le aziende devono poter investire e soprattutto devono poter offrire opportunità di lavoro”. Come?

Innanzitutto con il taglio del cuneo fiscale, un intervento “fondamentale perché il nostro è un paese in cui ormai sta sfondando il tetto del 50%. Credo che parlare di nuova occupazione - sottolinea Calderone - non possa prescindere da una scelta strutturale di revisione dell’assetto dei costi del rapporto di lavoro”. Così come non si possono continuare ad affidare le politiche di sviluppo ad incentivi a tempo e condizionati da norme attuate in tempi differiti: “Le aziende non possono certamente programmare nuove assunzioni con un’incognita di questo tipo”. Un altro tema da affrontare è il salario minimo: assolutamente condivisibile come principio costituzionale, deve essere attuato tenendo in considerazione “una pluralità di contratti collettivi che già prevedono dei minimi salariali”. E ancora, rendere efficaci le norme a favore dell’inserimento lavorativo dei giovani e delle donne, “creare le condizioni perché il mercato del lavoro sia più dinamico” al fine di rendere produttive riforme come quota 100, essere risoluti sul fronte delle semplificazioni, lasciando da parte la politica degli annunci. “Credo che sia le professioni tecniche che quelle giuridiche-economiche che quelle della salute potrebbero rappresentare per il nuovo governo un bacino di informazioni, di suggerimenti e di sollecitazioni”, prendendo in considerazione le proposte già formulate da tempo dalle categorie professionali e valorizzandone finalmente il ruolo di sussidiarietà.

Guarda l’intervista

Notizie correlate: Calderone: “Giovani investimento per presente e futuro” - Le priorità per uscire dalla crisi - Calderone: meno burocrazia e più lavoro per superare crisi

0
0
0
s2smodern