Giovedì, 08 Agosto 2019 11:30

RdC: istruzioni su applicativo “Domanda e offerta di lavoro”

Con la nota n. 10878 del 5 agosto 2019, arrivano le istruzioni operative sull’utilizzo dell’applicativo online “Domanda e offerta di lavoro” rilasciato dall’Anpal sulla piattaforma MyANPAL lo scorso 15 luglio in attuazione del d.l. n. 4/2019, come modificato dalla L. n.26/2019. La comunicazione del posto vacante alla piattaforma digitale dedicata al reddito di cittadinanza – ricorda l’Agenzia – è condizione per la fruizione del beneficio riconosciuto ai datori di lavoro che assumono beneficiari di reddito di cittadinanza, così come, tra gli obblighi cui sono tenuti i beneficiari del sussidio chiamati a stipulare il Patto per il Lavoro, vi è anche quello di registrarsi sull’apposita piattaforma digitale.

L’applicativo consente l’accesso a tre profili utente: “Cittadino”, attraverso il quale chi è in cerca di occupazione, compresi i beneficiari di RdC, può inserire il proprio CV e ricercare le posizioni lavorative aperte; “Azienda”, che permette ai datori di lavoro e ai Consulenti del Lavoro delegati la gestione delle vacancy, l’inserimento degli esiti del colloquio e la chiusura del ciclo di ricerca lavoro tramite l’inserimento di una Comunicazione Obbligatoria (CO); “Operatore”, che consente agli operatori dei CPI, alle Agenzie per il lavoro autorizzate all’intermediazione – come la Fondazione Consulenti per il Lavoro – e ai patronati convenzionati di accedere alle funzionalità di gestione del CV per conto dell’utente “Cittadino” e di gestire le offerte di lavoro per il profilo “Azienda”. La Fondazione, infatti, ha accesso alla nuova funzionalità con il profilo di “Operatore” per inserire e gestire a sistema, per il tramite dei Consulenti del Lavoro delegati, curricula e posizioni aperte, pubblicate per conto delle aziende. In caso di esito positivo del matching "domanda-offerta", la comunicazione obbligatoria di instaurazione del rapporto di lavoro viene registrata a sistema e solo dopo sarà possibile richiedere all’Inps l’incentivo per l’impresa che ha effettuato l’assunzione, secondo le istruzioni operative che saranno adottate dallo stesso Istituto.


24 tabelle di sintesi per sgravi assunzioni dal 2019


Notizie correlate: “InformaClienti”: le novità normative e di prassi di luglio - RdC: indicazioni INL sui controlli - Anpal: cambia lo “stato di disoccupazione”

0
0
0
s2smodern