Lunedì, 10 Giugno 2019 17:23

Le Novità Normative della Settimana dal 3 al 10 giugno 2019

Cessione Bovini e Suini

E’ stato pubblicato sulla  Gazzetta Ufficiale n. 129 del 4 giugno 2019 il Decreto ministeriale 23 marzo 2019 del Ministero dell’economia e Finanza che  proroga, per un altro anno, le percentuali, rispettivamente del 7,65% e del 7,95%, di compensazione Iva applicabili per le cessioni di animali vivi della specie bovina e suina. Link

 

INPS

Contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2019 

L’INPS, con la circolare n. 84 del 6 giugno 2019, rende noto  i contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per il 2019. Anche per il 2019 viene applicata la normativa stabilita dal decreto legislativo 16 aprile 1997, n. 146, che prevede l’aumento di 0,20 punti percentuali dell’aliquota dovuta al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPLD) per la generalità delle aziende agricole a carico dei concedenti. - Link

 

Note di Rettifica Gestione pubblica

L’INPS,  con il messaggio n. 2111 del 3 giugno 2019, informa che sono  disponibili le Note di Rettifica Gestione pubblica relative agli anni 2017 e 2018. A decorrere dal mese di luglio, infine, l’Istituto procederà con l’emissione e la notifica delle note relative all’anno 2019 dal mese di gennaio fino alla correntezza, per poi procedere all’invio, con cadenza mensile, di quelle relative all’ultimo mese corrente trasmesso ed elaborato. - Link

 

Trattamento di mobilità in deroga per i lavoratori occupati in aziende localizzate nelle aree di crisi industriale complessa

L’INPS, con il messaggio n. 2108 del 3 giugno 2019, recepisce il provvedimento con cui il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha modificato le risorse destinate a finanziare il trattamento di mobilità in deroga per le Regioni Campania e Veneto. Al fine di erogare le prestazioni di mobilità in deroga, le Strutture territoriali dovranno inserire, nella procedura di pagamento della prestazione, specificicodici d’intervento. - Link

 

Prestazioni economiche di malattia, di maternità/paternità e di tubercolosi

L’INPS, con la circolare n. 79 del 3 giugno 2019, ha comunica gli importi giornalieri sulla cui base vanno determinate le prestazioni economiche di malattia, maternità/paternitàe tubercolosi  dei lavoratori con riferimento ai periodi di paga compresi nell’anno 2019. - Link

 

Misura degli interessi di mora per ritardato pagamento delle sommeiscritte a ruolo a decorrere dal 1° luglio 2019

L’INPS, con la circolare n. 81 del 3 giugno 2019, comunica  la nuova misura degli interessi di mora, per il ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo,fissata al 2,68% in ragione annuale con decorrenza dal 1° luglio 2019. - Link

 

Misure agevolative per promuovere lo sport sociale e giovanile

L’INPS, con il messaggio n. 2101 del 3 giugno 2019,interviene fornendo precisazioni  con riferimento ai nuovi benefici in favore delle società di calcio professionistiche previste dalla legge di Bilancio 2018. - Link

 

Contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2019

L’Inps, con circolare n. 84 del 6 giugno 2019 ha reso noto l’importo dei contributi dovuti dai concedenti per i piccoli coloni e compartecipanti familiari per l’anno 2019. Sono riconfermati gli esoneri delle aliquote contributive pari allo 0,43% per gli assegni familiari, allo 0,03% per la tutela della maternità e dello 0,34% per la disoccupazione. - Link

 

Assegno di natalità

L’Inps, con circolare n. 85 del 7 giugno 2019  fornisce le istruzioni per l’applicazione anche al 2019 della disciplina  riguardante l’assegno di natalità. Per ottenere il bonus bebè 2019 a fronte di un figlio nato, adottato o affidato tra il1° gennaio e il 15 marzo di quest’anno, la domanda va presentata all’Inps entro il prossimo 13 giugno, al fine di non perdere le mensilità arretrate. - Link

 

 

MINISTERO DEL LAVORO

Tenuta della documentazione sanitaria su supporto informatico

Il Ministero del lavoro con l’interpello in materia e sicurezza sui luoghi di lavoro n. 4 del 28 maggio 2019 ha affermato che è consentito l’impiego di sistemi di elaborazione automatica dei dati per la memorizzazione di qualunque tipo di documentazione prevista dal D.lga 81/2008.

Per quanto concerne la custodia dei dati relativi alle cartelle sanitarie e di rischio inserite su un data base aziendale, sarà necessario adottare soluzioni concordate tra datore di lavoro e medico competente che, nel rispetto del segreto professionale e della tutela della privacy, garantiscano l’accessibilità ai suddetti dati soltanto al medico competente e non permettano né al datore di lavoro né all’amministratore di sistema di potervi accedere. - Link

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DE L LAVORO

Pagamento delle retribuzioni a stranieri richiedenti asilo

Con la nota prot. n. 5293 del 5 giugno 2019 l’Ispettorato nazionale del lavoro ha chiarito che è sanzionabile il datore di lavoro che ha pagato in contanti la retribuzione ai lavoratori stranieri richiedenti asilo. Non vale a giustificarli, infatti, l'impossibilità per gli stranieri d'intestarsi un c/c bancario e/o postale a causa del ritardo nel rilascio del permesso di soggiorno.

 

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Agevolazioni in favore delle imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo localizzati nella zona franca urbana nei comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016

Il Ministero dello sviluppo economico  con la circolare n. 243317 del 6 giugno 2019 ha reso noto i  chiarimenti in merito alla tipologia, alle condizioni, ai limiti, alla durata e alle modalità di fruizione delle agevolazioni fiscali e contributive disciplinate dall’art. 46, D.L. n. 50/2017, alla luce delle modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2019 che ha prorogato il periodo di fruizione delle agevolazioni già concesse per i periodi d’imposta 2019 e 2020 ed ha esteso le agevolazioni alle imprese che intraprendono una nuova attività economica all’interno della ZFU nei comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016 entro il 31 dicembre 2019. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Credito d’imposta spettante ai datori di lavoro dei volontari di protezione civile

Con la risoluzione 55 del 5 giugno 2019, l’Agenzia delle entrate istituisce il codice tributo 6898 per l’utilizzo, esclusivamente in compensazione tramite modello F24, del credito d’imposta  spettante ai datori di lavoro dei volontari di protezione civile

Il dipartimento competente e le Regioni riconoscono un credito d’imposta a loro favore pari al rimborso degli emolumenti versati ai lavoratori impegnati nelle attività di aiuto. - Link

 

Applicazione del regime transitorio alle delibere di utili adottate entro il 31 dicembre 2017

Con la risoluzione n. 56 del 6 giugno 2019, l’Agenzia delle entrate  ha precisato che la distribuzione degli  utili derivanti dal possesso di partecipazioni qualificate a persone fisiche non imprenditori segue le regole sulla tassazione vigenti prima delle modifiche apportate, dalla legge di Bilancio 2018, al regime impositivo dei redditi di natura finanziaria. - Link

 

Trattamento fiscale delle operazioni in valuta estera

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 57 del 6 giugno 2019, fornisce delle soluzioni interpretative sul corretto trattamento fiscale di singole operazioni in valuta estera per Acquisizioni monetarie, titoli azionari, incasso di dividendi, smobilizzo di titoli e valutazioni di fine esercizio: i riflessi fiscali e contabili sulle singole attività effettuate da una società. - Link

 

Applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale

Con provvedimento del 4 giugno 2019 l’Agenzia delle entrate aggiorna le specifiche tecniche per la trasmissione, da parte degli intermediari, dei dati dei contribuenti per l’acquisizione massiva degli elementi informativi necessari per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale.
Sono altresì aggiornate le specifiche tecniche relative alla fornitura, da parte dell’Agenzia delle entrate, degli elementi informativi necessari ai fini dell’applicazione degli ISA. Infine vengono eliminati alcuni refusi presenti nei modelli e nelle istruzioni (Agenzia Entrate - provvedimento 04 giugno 2019, n. 175451). - Link

 

Modificazioni dei modelli di dichiarazione Redditi 2019-ENC, Redditi 2019-SC, Redditi 2019-SP e Irap 2019

Con provvedimento dell’Agenzia delle entrate del 7 giugno 2019 sono state approvate alcune modifiche dei modelli di dichiarazione Redditi 2019-ENC, Redditi 2019-SC, Redditi 2019-SP e Irap 2019, e delle relative istruzioni, nonché delle istruzioni del modello Redditi 2019-PF, Fascicolo 3. - Link

 

Modifiche al modello 770

L’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 7 giugno 2019 ha approvato alcune modifiche al modello di dichiarazione 770/2019, nonché alle relative istruzioni e specifiche tecniche, rese necessarie per effettuare alcuni aggiornamenti dopo la pubblicazione online del predetto modello. - Link

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 178 del 3 giugno 2019  - note di Variazione IVA a seguito della stipula di un accordo transattivo

L’accordo transattivo con la curatela fallimentare, volto a comporre un contenzioso sorto prima della dichiarazione di fallimento, per la restituzione dei beni  venduti con clausola di riserva della proprietà, a seguito del mancato pagamento del corrispettivo regolarmente fatturato al fallito in bonis, ha natura dichiarativa. Ai fini IVA, pertanto, sono ammesse le note di variazione IVA se emesse prima del decorso di un anno dalle operazioni originarie di vendita. - Link


Risposta  n. 179 del 4 giugno 2019 -  regime forfettario e rapporto di somministrazione di lavoro

Ai fini dell’applicazione del cd. "regime fiscale forfetario", lo svolgimento dell’attività in misura prevalente nei confronti della ex datore di lavoro, in qualità di impresa utilizzatrice nell’ambito di un rapporto di somministrazione di lavoro interrotto nel 2018 per dimissioni, integra la causa ostativa che determina la decadenza dal regime agevolato a decorrere dal 2020. Qualora l’attività svolta sia effettivamente riconducibile, ai fini fiscali, a un rapporto di lavoro da cui ritrarre reddito di lavoro dipendente o assimilato a quello di lavoro dipendente, deve ritenersi in ogni caso esclusa la possibilità di applicare il regime forfetario già a decorrere dal 2019. - Link

 

Risposta  n. 180 del 4 giugno 2019 - rivalutazione dei beni di impresa

In materia di rivalutazione dei beni d’impresa, non si può avvalersi della disposizione agevolativa introdotta dalla legge di bilancio 2019  per i manufatti utilizzati nell’ambito della concessione gratuita in favore dello Stato non iscritti in bilancio, in quanto realizzati da precedenti concessionari. - Link

 

Risposta  n. 181 del 4 giugno 2019  possesso di quote in società di persone

Il possesso di quote in società di persone costituisce causa ostativa all’applicazione del regime forfetario. L’eventuale cessione delle quote consente l’applicazione di tale regime soltanto dal periodo d’imposta successivo a quello di cessione, limitatamente al 2019 tale regola deve ritenersi disattivata. Pertanto, se le quote sono cedute entro la fine del 2019, il regime forfetario deve ritenersi immediatamente applicabile. - Link


Risposta  n. 182 del 6 giugno 2019

Il compenso corrisposto all’amministratore, limitatamente alla parte imputabile all’attività di ricerca effettivamente svolta, rientra tra le spese ammesse al credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo. - Link

 

0
0
1
s2smodern