Mercoledì, 13 Marzo 2019 11:37

ZFU Genova: modalità per accedere alle agevolazioni

Pubblicata la circolare n. 73726 del Ministero dello Sviluppo Economico che definisce requisiti, modalità e termini di accesso alle agevolazioni per le imprese previste dal decreto per Genova che ha istituito, a seguito del crollo del Ponte Morandi, la zona franca urbana (ZFU) per i comuni di Campomorone, Ceranesi, Mignanego, Sant’Olcese e Serra Riccò, nonché i Municipi Valpolcevera, Centro Ovest, Centro Est, Medio Ponente e Ponente del Comune di Genova. Possono beneficiare delle agevolazioni: le imprese, di qualsiasi dimensione, con riferimento a tutte le tipologie di esenzioni fiscali e contributive; i titolari di reddito di lavoro autonomo, con esclusivo riferimento all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali. L’attività del soggetto richiedente nella sede principale o nella sede operativa, deve essere però ubicata nella zona franca urbana e già avviata alla data del 14 agosto 2018.

Sono 109 milioni di euro le risorse disponibili così suddivise: 9.900.000,00 euro per il 2018; 49.500.000,00 euro per il 2019; e 49.500.000,00 euro per il 2020. Le agevolazioni concedibili sono rappresentate dall'esenzione dalle imposte sui redditi, dall’imposta regionale sulle attività produttive; dall’imposta municipale propria e, infine, dall'esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente. Ciascun soggetto può beneficiare delle agevolazioni fino al limite massimo di euro 200.000,00, ovvero:
- nel caso di soggetti attivi nel settore del trasporto di merci su strada per conto terzi, di euro 100.000,00;
- nel caso di soggetti attivi nel settore agricolo, di euro 20.000,00, ovvero 25.000,00 qualora lo Stato italiano soddisfi le due condizioni previste dall’articolo 3 del regolamento 1408/2013;
- nel caso di soggetti attivi nel settore della pesca e dell’acquacoltura, di euro 30.000,00.

Le istanze devono essere presentate, in via esclusivamente telematica, tramite la procedura informatica accessibile dal sito istituzionale del Ministero www.mise.gov.it a decorrere dalle ore 12:00 del 16 aprile 2019 e sino alle ore 12:00 del 21 maggio 2019.

Notizie correlate: Dai CdL un “Punto Informa” nella zona rossa di Genova - A Genova l'impegno della Categoria per lo sviluppo del Paese - Aschero, ruolo dei Consulenti fondamentale per Genova

0
0
1
s2smodern