Martedì, 08 Gennaio 2019 16:30

Regime agevolato artigiani e commercianti entro il 28.2

Slitta dal 31 dicembre al 28 febbraio il termine entro il quale comunicare il venir meno dei requisiti per l’accesso di artigiani e commercianti al regime agevolato. Lo comunica l’Inps nel messaggio n. 15 del 3 gennaio 2019, ricordando che, ai sensi della Legge n. 190/2014, come modificata dalla Legge n. 208/2015, e delle indicazioni operative fornite dall’Istituto stesso con le circolari n. 29/2015 e n. 35/2016 e con il messaggio n. 1035/2015, il regime contributivo agevolato cessa di avere effetto a decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello nel quale sono venuti meno i requisiti stabiliti per l’accesso.

I contribuenti, però, spesso non sono in grado di stabilire, entro il 31 dicembre di ogni anno, l’eventuale perdita dei requisiti intervenuta nel corso dell’anno. Da qui la decisione dell'Istituto di posticipare il termine per la rinuncia al 28 febbraio dell’anno per il quale si richiede il ripristino del regime ordinario. In tal caso, il regime contributivo ordinario sarà comunque ripristinato con decorrenza 1° gennaio del medesimo anno. Le comunicazioni che perverranno dopo il 1° marzo di ogni anno determineranno, invece, il ripristino del regime contributivo ordinario con decorrenza dal 1° gennaio dell’anno successivo.

Notizie correlate: Legge di bilancio 2019: focus su lavoro e fisco - Artigiani e commercianti: contribuzione 2018 - Regime forfetario e sistemi equivalenti in Europa

0
0
1
s2smodern