Lunedì, 12 Novembre 2018 12:16

Le Novità Normative della Settimana dal 5 all'11 novembre 2018

INPS

Sisma Isola di Ischia del 21 agosto 2017: sospensioni termini
Con la circolare n. 105 del 6 novembre 2018, l’Inps rende disponibili le istruzioni operative riguardanti la sospensione degli obblighi previdenziali a seguito del sisma ad Ischia. - Link

Supplementi di pensione e pensioni supplementari
L’Inps, con il messaggio n. 4075 del 2 novembre 2018,comunica le indicazioni sulla definizione dei supplementi di pensione e delle pensioni supplementari nei casi di contribuzione accreditata presso:
- il Fondo Pensione Lavoratori Spettacolo e Fondo Pensione Sportivi Professionisti (exENPALS);
- il Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FPDL);
- le gestioni autonome dell’Istituto. - Link

Pagamento delle prestazioni all’estero: accertamento dell’esistenza in vita per l’anno 2018
Con il Messaggio n. 4077 del 2 novembre 2018, l’ INPS chiarisce  che l'accertamento generalizzato dell’esistenza in vita  dei pensionati residenti all'estero è stato caratterizzato da elementi di novità rispetto gli anni scorsi, con l'adozione di criteri specifici per l'identificazione di soggetti da verificare. - Link

Congedo straordinario per assistenza a familiari disabili non computabile nel calcolo del periodi di maternità obbligatoria
L’INPS, con il messaggio n. 4074 del 2 novembre 2018,recepisce il disposto della sentenza n. 158 emessa con cui la Corte costituzionale, in data 23 maggio 2018, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell’articolo 24, comma 3, del Testo Unico su maternità e paternità nella parte in cui non esclude dal computo dei sessanta giorni immediatamente antecedenti all'inizio del periodo di astensione obbligatoria dal lavoro il periodo di congedo straordinario di cui la lavoratrice gestante può fruire per l'assistenza al coniuge convivente o a un figlio, portatori di handicap in situazione di gravità accertata. - Link

Nuove indicazioni operative sull’utilizzo delle variabili retributive nel flusso UniEmens
L’INPS, con la circolare n. 106 del 9 novembre 2018, fornisce le istruzioni per l’utilizzo degli elementi variabili nella denuncia contributiva Uniemens. Tali novità saranno operative a partire dalle denunce contributive relative al periodo di paga gennaio 2019. - Link

Fondo per il perseguimento di politiche attive a sostegno del reddito e dell’occupazione per il personale delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
L’INPS, con la circolare n. 107 del 9 novembre 2018,si sofferma sulla disciplina delle prestazioni straordinarie garantite dal Fondo per il perseguimento di politiche attive a sostegno del reddito e dell’occupazione per il personale delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. - Link

Attribuzione e revoca delle detrazioni per carichi familiari per i pensionati residenti all’estero in Paesi che assicurano un adeguato scambio di informazioni
L’INPS, con il messaggio n. 4161 del 9 novembre 2018, fornisce le istruzioni per poter fruire delle detrazioni per carichi di famiglia, di cui all’articolo 12 del D.P.R. n. 917/86 (TUIR), i pensionati residenti all’estero in Paesi che assicurano un adeguato scambio di informazioni. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Modalità di conferimento/revoca delle deleghe e per l’utilizzo dei servizi di  Fatturazione elettronica
L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n. 291241 del 5 novembre 2018, definisce le modalità di conferimento/revoca delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di Fatturazione elettronica e approva i relativi modelli. - Link

Definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento
Con provvedimento del 9 novembre 2018 l’Agenzia delle Entrate detta le disposizioni attuative definire in via agevolata gli atti - emessi dall'Agenzia delle entrate o dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli - del procedimento di accertamento, cioè gli avvisi di accertamento, gli avvisi di rettifica e di liquidazione, gli atti di recupero, gli inviti al contraddittorio e gli accertamenti con adesione. - Link


AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 61del 5 novembre 2018 - cessione del credito corrispondente alla detrazione per interventi diriqualificazione energetica
Tra i soggetti a favore dei quali può essere effettuata la cessione del credito corrispondente alla detrazione Irpef per gli interventi di riqualificazione energetica rientra una società che esercita l’attività di somministrazione lavoro, fornendo personale alle imprese appaltatrici di lavori che consentono la cessione. Ciò anche nel caso in cui la stessa società partecipi a un’associazione temporanea di imprese per l’assunzione di appalti relativi a opere che legittimano la cessione. - Link

Risposta n. 62 del 7 novembre 2018 - Incorporazione di un soggetto sottoposto alle ordinarie regole di  deducibilità degli  interessi passivi
Gli interessi passivi sostenuti, e non ancora dedotti, da una società incorporata concorrono alla formazione del reddito imponibile della società beneficiaria dell’operazione di riorganizzazione aziendale fino a concorrenza degli interessi attivi e proventi assimilati e l’eccedenza è deducibile nel limite del 30% del risultato operativo lordo (Rol) della gestione caratteristica, secondo quanto disposto dai commi da 1 a 4 dell’articolo 96 del TUIR. - Link

Risposta 63 del 9 novembre 2018 – vendita di mezzi antincendio a vigili del fuoco volontari
Il credito d’imposta utilizzabile in compensazione dall’azienda che vende mezzi antincendio a vigili del fuoco è incluso tra le agevolazioni e gli incentivi fiscali con specifica copertura di legge, per i quali, quindi, non occorre garantire il rispetto dei vincoli di bilancio. In quanto i crediti d’imposta derivanti da agevolazioni o incentivi fiscali, per i quali esiste una copertura di legge, non concorrono al plafond di 700mila euro: l’importo occorrente è già stanziato sui singoli capitoli di spesa. - Link

Risposta 64 del 9 novembre 2018 -variazione iva a seguito d’azione esecutiva antieconomica
Se, dopo aver effettuato ripetuti tentativi di recupero del credito vantato (tutti rimasti privi di riscontro), il creditore è in grado di provare l’oggettiva situazione di illiquidità finanziaria e di incapienza patrimoniale del debitore, con la conseguente antieconomicità di un’eventuale azione esecutiva, può emettere una nota di variazione in diminuzione per recuperare l’Iva versata e mai percepita. - Link

0
0
1
s2smodern