Lunedì, 05 Novembre 2018 15:43

Le Novità Normative della Settimana dal 29 ottobre al 4 novembre 2018

INPS

Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo. dichiarazione reddituale
L’Inps, con il messaggio n. 4018 del 29 ottobre 2018, ricorda che i titolari di pensione, con decorrenza compresa entro l'anno 2017, soggetti al divieto di cumulo parziale della pensione con i redditi da lavoro autonomo, sono tenuti a dichiarare entro il 31 ottobre 2018 i redditi da lavoro autonomo conseguiti nell'anno 2017. - Link

 

MINISTERO DEL LAVORO

Proroga CIGS per causali di riorganizzazione aziendale, crisi aziendale e contratto di solidarietà
Il Ministero del lavoro, con la circolare n. 16 del 29 ottobre 2018, rende noto le istruzioni in merito alle nuove disposizioni dell’articolo 25, D.L. 119/2018, che è intervenuto in materia di proroga della Cigs apportando modifiche al D.lgs. 148/2015, in particolare estendendo l’ammortizzatore anche alle imprese con un numero di dipendenti inferiore a 100. - Link

Contratto di lavoro a tempo determinato e di somministrazione di lavoro
Il Ministero del Lavoro, con la circolare n. 17 del 31 ottobre 2018, fornisce le prime indicazioni interpretative in materia di contratto di lavoro a tempo determinato e somministrazione di lavoro dopo le modifiche introdotte dal Decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87. - Link

Decontribuzione dei contratti di solidarietà: presentazione istanze
Il Ministero del Lavoro comunica in data 30 ottobre 2018 che dal 30 novembre al 10 dicembre 2018 decorre il termine per la presentazione delle istanze di decontribuzione, a valere sul fondo 2018, per i contratti di solidarietà industriali di tipo A , stipulati al 30 novembre 2018 ovvero in corso nel secondo semestre. È ammessa la presentazione delle istanze esclusivamente a mezzo Pec agli indirizzi sgravicds@pec.lavoro.gov.it e sgravicontrattisolidarieta@postacert.inps.gov.it. Per i datori di lavoro iscritti all’INPGI, l’istanza va inoltrata anche all’indirizzo contributi@inpgi.legalmail.it. - Link

 

INAIL

Prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionali
Con circolare n. 40 del 25 ottobre 2018, l’Inailcomunica la rivalutazione annuale degli importi relativi alla retribuzione per la liquidazione delle rendite corrisposte ai mutilati e agli invalidi del lavoro, nei settori industria, agricoltura, navigazione, medici radiologi e tecnici sanitari di radiologia autonomi. - Link

Importi degli indennizzi del danno biologico
L'Inail, con circolare 29 ottobre 2018, numero 41, ha reso noti gli importi di danno biologico rivalutati a partire da luglio 2018. - Link

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Agevolazioni Zfu Lombardia:  nuovo elenco di beneficiari da parte del Ministero
Con decreto direttoriale del 26 ottobre 2018 il Ministero dello sviluppoeconomico ha dato il via libera a un nuovo gruppo di beneficiari con accesso alle esenzioni fiscali previste a favore delle microimprese che operano all’interno della Zona franca urbana istituita dalla legge di stabilità 2016 (articolo 1, comma 445, legge 208/2015), a seguito del terremoto che ha colpito l’area nei giorni 20 e 29 maggio 2012. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Chiarimenti sulla disciplina del Gruppo IVA
Con circolare n. 19 del 31 ottobre 2018, l’Agenzia delle entrate riepiloga il nuovo regime del Gruppo Iva, introdotto dalla Legge di Bilancio 2017. La nuova disciplina si ispira a una finalità atiabuso e di seplificazione, consentendo la possibilità di costituire un unico soggetto passivo d’imposta dotato di propria partita Iva e di una propria iscrizione al Vies per aderire all’istituto occorre che il soggetto rappresentante del Gruppo presenti telematicamente il modello approvato il 19 settembre scorso. - Link

Istituiti i codici tributo per il tax credit cinema
Con la risoluzione n. 81 del 30 ottobre 2018 l’Agenzia delle Entrateha riordinato la disciplina del credito d’imposta riconosciuti alle imprese del settore cinema .L’Agenzia ha istitutito sette nuovi codici tributo a sostituzione dei precedenti per l’utilizzo in compensazione tramite modello F24 di tale credito. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INTERPELLO

Risposta n. 54del 30 ottobre 2018 - Note di variazione IVA  nel concordato preventivo con continuità aziendale
La società in concordato con continuità aziendale, dopo aver ricevuto le note di variazione Iva relative ai debiti chirografari che sono stati falcidiati, è obbligata ad annotarle nei registri Iva (registro delle fatture di vendita con segno positivo o di acquisto con segno negativo), ma non anche a versare l’imposta oggetto di rettifica. - Link

Risposta n. 55 del 30 ottobre 2018 – Costo fiscalmente riconosciuto delle attività fallimentari in capo all’assuntore di concordati fallimentari
Nel caso di concordato fallimentare, il costo fiscale delle attività del debitore di cui l’assuntore ha acquisito la titolarità giuridica coincide con l’esborso finanziario dallo stesso sostenuto. Per la ripartizione tra i beni, un utile parametro di riferimento può essere rappresentato dal parere reso dal curatore in merito ai presumibili risultati derivanti dalla liquidazione degli attivi della procedura. - Link

Risposta n. 56 del 31 ottobre 2018 –  cessione bonus energetico
Il credito corrispondente alla detrazione Irpef spettante per le spese sostenute in relazione a interventi di riqualificazione energetica non può essere ceduto da padre a figlio. Lo stretto legame di parentela, infatti, non è in grado di soddisfare il requisito secondo il quale la cessione “ad altri soggetti privati” può realizzarsi soltanto quando gli stessi siano collegati al rapporto che ha dato origine alla detrazione. - Link

Risposta n. 57 del 31 ottobre 2018 –  conferimento della delega/revoca alla consultazione del Cassetto fiscale
Per consegnare all’ufficio la delega a un massimo di due intermediari, il contribuente può conferire procura al dottore commercialista dipendente dell’associazione, il quale, sempreché validamente iscritto all’Albo professionale, può anche autenticare la firma del contribuente. In quanto le associazioni di categoria non sono abilitate alla consegna dell’apposito modello. - Link

Risposta n. 58 del 2 novembre 2018 –  credito d’imposta “ricerca e sviluppo”
Ai fini della fruizione del credito d’imposta “ricerca e sviluppo”, per verificare se vi è incremento di spesa agevolabile, occorre tener conto di tutti gli investimenti effettuati nei periodi d’imposta rilevanti ai fini della media, compresi i costi relativi ad attività di ricerca commissionata da soggetti non residenti, a prescindere dal fatto che, nei periodi per i quali si intende accedere al bonus, l’impresa sostenga o meno costi di ricerca per commesse dall’estero. - Link

Risposta n. 59 del 2 novembre 2018 –  Trattamento, ai fini Iva, dei servizi di trasporto di energia
I servizi di trasporto di energia resi a rivenditori soggetti passivi Iva (“reseller”) da una società che opera nel settore del commercio, del dispacciamento e del trasporto dell’energia elettrica e del gas naturale come grossista, trader e fornitore su tutto il territorio nazionale, sono considerati prestazioni accessorie alle cessioni di gas ed energia elettrica. Questo perché sussiste un evidente nesso di dipendenza funzionale fra le due prestazioni: il servizio di trasporto integra, completa e rende possibile la fornitura. - Link

Risposta n. 60 del 2 novembre 2018 –  Trattamento, ai fini Iva, degli aggiustamenti da transfer pricing
I contributi/aggiustamenti, erogati da una società del gruppo a favore di una consorella, che non costituiscono un corrispettivo versato per un’obbligazione di fare, non fare o permettere, non sono rilevanti ai fini Iva. - Link

 

AGENZIA DELLE ENTRATE –  PRINCIPI DI DIRITTO

Principio di diritto n. 9 del 2 novembre 2018 -  prestazioni di servizi rese ai consorziati – esclusione dal computo della  prevalenza delle attività rese ai consorziati con pro - rata superiore  al 10 per cento o verso terzi
I servizi resi obbligatoriamente da una società consortile a un soggetto pubblico non qualificabile come “consorziato” o “socio” vanno esclusi dal computo della prevalenza delle attività rese ai consorziati con pro-rata superiore al 10% o verso terzi. Pertanto, i servizi resi ai consorziati sono esenti da Iva, in quanto, al netto delle prestazioni rese a quel soggetto, l’attività principale della società appare svolta prevalentemente a favore dei propri consorziati. - Link

Principio di diritto n. 10 del 2 novembre 2018 - Cessioni  intracomunitarie di beni che subiscono una lavorazione nello  Stato membro di verso da quello di destinazione
La cessione intracomunitaria di beni, che prima di essere trasferiti al committente subiscono lavorazioni  da parte di un terzo soggetto di altro paese, si intende effettuata nei confronti della partita Iva rilasciata dal paese di destinazione del bene e non di quella rilasciata dal paese della lavorazione, pure quando il committente si sia identificato anche in quest’ultimo. - Link

0
0
1
s2smodern