Lunedì, 29 Gennaio 2018 09:35

Le Novità Normative della Settimana dal 22 al 28 gennaio 2018

Solidarietà nel pagamento Iva estesa anche alla cessione di benzina e gasolio
In attuazione di quanto previsto dal decreto-legge 50/2017, con Decreto 10 gennaio 2018, del ministero dell’economia e finanza, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n18 del 23 gennaio 2018viene ampliato il meccanismo della solidarietà passiva tra cedente e cessionario nel pagamento dell’Iva viene esteso anche al settore dei combustibili per autotrazione, con particolare riferimento alla cessione di benzina e gasolio destinati a essere utilizzati come carburanti per motori. - Link


INPS

Definizione agevolatadei crediti affidati per il recupero agli Agenti della Riscossione - Link
Con il messaggio n. 322 del 23 gennaio 2018, l’INPS  annulla e sostituisce il precedente messaggio n. 142/2018, rettificando in merito ai riflessi dell’estensione della definizione agevolata sulla normativa relativa alla verifica della regolarità contributiva (c.d. DURC on line). Le nuove indicazioni Inps riguardano:
- i carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 2000 al 2016 che non siano già stati oggetto di dichiarazioni rese ai sensi dell’art. 6, comma 2, del decreto legge n. 193/2016;
- i carichi compresi in piani di dilazione in essere alla data del 24 ottobre 2016 e non ammessi alla precedente definizione in assenza di regolarità dei pagamenti al 31 dicembre 2016;
- i carichi affidati all’Agente della Riscossione dal 1° gennaio 2017 al 30 settembre 2017.

Gestione Artigiani e Commercianti – Imposizione contributiva, emissione in corso anno d’imposta 2017
L’Inps, con il messaggio n. 319 del 23 gennaio 2018, comunica che è stata ultimata una nuova elaborazione dell’imposizione contributiva dovuta per l'anno 2017 dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali e per eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva. - Link

Istituzione di nuovi codici contratto all’interno del flusso UniEmens
L’INPS, con il messaggio n. 346 del 24 gennaio 2018, comunica l’istituzione, con decorrenza dal periodo di paga gennaio 2018, di una serie di nuovi codici dell’elemento <CodiceContratto> nella <DenunciaIndividuale> del flusso di denuncia Uniemens. - Link

Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione per l'anno 2018
Con circolare n. 10 del 24 gennaio 2018, l’INPS comunica la rivalutazione, per l’anno 2018 dei limiti di reddito familiare ai fini della cessazione o riduzione della corresponsione degli assegni familiari e delle quote di maggiorazione di pensione, sia i limiti di reddito mensili per l'accertamento del carico ai fini dei diritto agli assegni stessi. - Link

Utilizzo  per il finanziamento delle azioni di politica attiva delle risorse prenotate per gli ammortizzatori sociali in deroga ma non utilizzate
Con il messaggio n. 347 del 24 gennaio  2018, l’INPSchiarisce gli adempimenti posti a carico delle Regioni che decidano di utilizzare, per il finanziamento delle azioni di politica attiva, anche le risorse prenotate per gli ammortizzatori sociali in deroga ma non utilizzate. - Link

INPS: minimali e massimali per il 2018
Con la circolare n. 13 del 26 gennaio  2018, l’INPS comunica relativamente all’anno 2018, i valori del minimale di retribuzione giornaliera, del massimale annuo della base contributiva e pensionabile, del limite per l’accredito dei contributi obbligatori e figurativi, nonché gli altri valori per il calcolo delle contribuzioni dovute in materia di previdenza e assistenza sociale per la generalità dei lavoratori dipendenti iscritti alle gestioni private e pubbliche. - Link

Prestazioni di assegno ordinario e assegno di solidarietà. Precisazioni sulle modalità di pagamento
Con il messaggio n. 378 del  26 gennaio 2018, l’INPS  precisa che, a partire dall’1 gennaio 2018, il pagamento delle prestazioni di assegno ordinario e assegno di solidarietà deve avvenire tramite la consueta procedura di conguaglio. Si potrà ricorrere al pagamento diretto soltanto nei casi di comprovata crisi finanziaria del datore di lavoro. - Link


MINISTERO DEL LAVORO

Cig Anzianità di effettivo lavoro presso l’unità produttiva
Il Ministero del Lavoro con nota n. 525 del 18 gennaio 2018 fornisce ulteriori indicazioni in merito all’anzianità di effettivo lavoro presso l’unità produttiva ai fini del riconoscimento della cassa integrazione guadagni.
In merito al criterio relativo al riconoscimento, nei riguardi dei lavoratori, dell’obbligo di possedere il requisito dei 90 giorni di anzianità lavorativa  fa presente che la formulazione letterale del norma prevede che il requisito dell’anzianità di effettivo lavoro ai fini dell’accesso alla cassa integrazione guadagni sussiste se si verificano le seguenti condizioni:
a) l’anzianità di lavoro si realizza presso l’unità produttiva per la quale viene chiesto il trattamento;
b) si tratta di un’anzianità di effettivo lavoro e non di una mera anzianità di servizio;
c) l’anzianità è almeno pari a 90 giorni alla data di presentazione della domanda di trattamento.
Diversamente, la disposizione in esame non annovera, tra le condizioni di riconoscimento dell’anzianità di effettivo lavoro, la continuità della prestazione lavorativa presso l’unità produttiva per la quale viene chiesto il trattamento di integrazione salariale. Riguardo alla possibilità di estendere anche ai cantieri, identificati come unità produttive, di durata superiore ai 30 giorni, l’attuazione del principio secondo il quale nei cantieri di durata inferiore ai 30 giorni può essere considerata, come unità produttiva di riferimento dei lavoratori, la sede dell’impresa principale, cui vengono imputati i giorni di lavoro effettuati nei cantieri non qualificabili come unità produttive, il Ministero del lavoro ribadisce i principi gia espressi con la nota n. 9631 del 14 giugno 2017.

Indennità a sostegno del reddito in favore dei dipendenti  delle imprese adibite alla pesca marittima per l'anno 2017
Il Ministero del Lavoro con la circolare n. 1 del 19 gennaio 2018 chiarisce l’ambito applicativo dell’indennità giornaliera a favore dei dipendenti delle imprese adibite alla Pesca Marittima e fornisce indicazioni operative in merito alle modalità di presentazione delle istanze. In particolare, la Circolare estende l’indennità ai casi di sospensione dell'attività lavorativa derivante da tutte le misure di arresto temporaneo obbligatorio delle imbarcazioni decise dalle autorità pubbliche e non solo a quelle di cui al d.m. n. 16769 del 26 luglio 2017. L'indennità giornaliera, inoltre, è riconosciuta anche per la giornata del sabato, che viene conteggiata come giornata lavorativa. - Link


ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Mancata applicazione dei contratti collettivi sottoscritti da organizzazioni  comparativamente più rappresentative sul piano nazionale
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la circolare n. 3 del 25 gennaio 2018, fornisce indicazioni operative circa l’attività di vigilanza verso le aziende che non applicano i contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e che possono determinare problematiche di dumpingL’Ispettorato ricorda che eventuali contratti sottoscritti da soggetti non “abilitati” non possono produrre effetti derogatori e che l’applicazione di contratti collettivi sottoscritti da organizzazioni comparativamente più rappresentative sul piano nazionale è indispensabile per il godimento di “benefici normativi e contributivi. - Link

Legge di Bilancio 2018 le indicazioni del INL
L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la circolare n. 2 del 25 gennaio 2018e illustra le principali novità della Legge di Bilancio 2018, Legge n. 205/2017, con particolare riferimento alle disposizioni che riguardano il rapporto di lavoro. - Link


ANPAL

Operativi gli Incentivi Occupazione Mezzogiorno e NEET
Con comunicato del 26 gennaio 2018 l’ANPAL rende noto che ha emanato  due decreti  con cui  ha reso operativi due nuovi incentivi per le assunzioni nel Mezzogiorno e a favore dei giovani NEET iscritti al programma Garanzia Giovani. I due incentivi valgono per le assunzioni operate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018. In entrambi i casi è previsto lo sgravio totale dei contributi a carico dei datori di lavoro, da fruire mediante conguaglio sui contributi INPS. - Link


INAIL

Autoliquidazione 2017/2018
L’Inail, con la nota operativa del 22 gennaio 2018, comunica le istruzioni relative all’autoliquidazione annuale dei premi 2017/2018, nelle quali si evidenziano le novità e le scadenze. Tra le più importanti novità per quest'anno la conferma dell'aliquota addizionale per il fondo vittime dell'amianto 2017 e la non applicazione per il 2018, la  sospensione dell'applicazione degli sgravi per la pesca costiera e nelle acque interne e lagunari per il 2018 e l'autoliquidazione di giugno. - Link


AGENZIA DELLE ENTRATE

Comunicazione all’Agenzia delle Entrate, da parte delle imprese elettriche, dei dati riguardante il canone tv
Con provvedimento del 23 gennaio 2018 l’Agenzia delle entrate modifica le specifiche tecniche per l’invio, entro il 31 marzo di ogni anno, da parte delle imprese elettriche, della comunicazione di conferma dei dati di dettaglio, in assenza di rettifiche da segnalare, relative al canone tv addebitato, accreditato e riscosso nell’anno precedente. - Link

Contributo unificato Giustizia Amministrativa -Estensione dell’utilizzo del modello di pagamento F24 Enti pubblici
L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 25 gennaio 2018, n. 8 ha esteso i codici tributo istituiti per il contributo unificato Giustizia Amministrativa al modello di pagamento F24 Enti pubblici. - Link

Regime di consolidato nazionale e utilizzo delle perdite - Casi particolari
Con la circolare n. 2 del 26 gennaio 2018 l’Agenzia delle Entrate diffonde chiarimenti in merito a due fattispecie con riferimento alla determinazione della pretesa tributaria vantata nei confronti di soggetti aderenti al consolidato nazionale, in relazione all'utilizzo delle perdite. La prima fattispecie riguarda la possibilità, per i soggetti aderenti al consolidato, di utilizzare in accertamento le perdite anteriori all'esercizio dell'opzione, nella particolare ipotesi in cui la rettifica del reddito complessivo proprio della consolidata sia relativa a un periodo d'imposta in cui la consolidata abbia trasferito in dichiarazione alla fiscal unit una perdita, come risultato d'esercizio. La seconda fattispecie attiene al criterio di attribuzione delle perdite maturate nel corso di diversi trienni di opzione della tassazione di gruppo, in ipotesi di interruzione o revoca del consolidato, qualora sia stato medio tempore modificato tale criterio di attribuzione. - Link

0
0
0
s2smodern