Martedì, 13 Dicembre 2016 09:05

Smart working: pro e contro

Smart working: pro e contro, i risultati del summit ILO

Lo smart working, tra nuove sfide e opportunità per i lavoratori e i datori di lavoro, è stato al centro del Forum globale tenutosi a Ginevra dal 24 al 26 ottobre 2016. Ad organizzarlo l’Ilo, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere il lavoro dignitoso e produttivo in condizioni di libertà, uguaglianza, sicurezza e dignità umana. Punto focale del dibattito il telelavoro nei settori dell’ICT e finance, inteso quale impiego regolarmente svolto nell’ambito di un rapporto di lavoro e quale evoluzione del rapporto stesso. Questo nuovo modo di lavorare è possibile nei settori delle tecnologie dell’informazione, della comunicazione e dei servizi finanziari. I benefici vengono inoltre riconosciuti dai governi, dai datori di lavoro e anche dai lavoratori. Il Forum ha aperto molte sfide e altri punti di discussione che saranno sottoposti al Consiglio di amministrazione dell'ILO nella sua 329° riunione in programma per marzo 2017.

I benefici del telelavoro

Per i lavoratori si annoverano tra i benefici il risparmio nelle spese di viaggio e di quelle personali con riferimento al luogo di lavoro, una migliore conciliazione tra lavoro e vita familiaremaggiori opportunità d’impiego. Dal canto loro, i datori di lavoro possono beneficiare di un aumento della produttivitàminori costi e contare su una migliore offerta di lavoro motivato e qualificato. Anche i Governi grazie al telelavoro possono affrontare meglio problemi di congestione ambientale e urbana.

I problemi

A fronte dei benefici, nel corso del Forum sono emerse anche problematiche legate a questo tipo di lavoro tra i cui i problemi psicosociali legati all’isolamento, oltre alla difficoltà nel riuscire a separare nettamente la vita familiare da quella lavorativa. In più, si sono evidenziate le carenze dovute alla mancanza di opportunità di formazione e di crescita professionale. Infine, risultano più difficili da monitorare le condizioni di salute e la sicurezza sul lavoro soprattutto se la casa coincide con il luogo di lavoro.

(Fonte Cliclavoro)

0
0
0
s2smodern