Lunedì, 05 Dicembre 2016 08:30

Registro alternanza: quali opportunità per giovani e aziende?

E’ entrato in vigore il registro unico sull’alternanza scuola-lavoro ma non risulta obbligatoria l’iscrizione da parte delle aziende. Per molti, quindi, non è chiaro come in assenza di tale obbligo gli studenti possano raggiungere l’azienda disponibile ad ospitarli. Abbiamo chiesto spiegazioni, a questa come ad altre richieste di chiarimento,  durante la 13° edizione del Forum Lavoro, ad Andrea Simoncini della Direzione Generale politiche attive e servizi per il Lavoro del Ministero del Lavoro che ha evidenziato come il registro, disponibile online sul sito http://scuolalavoro.registroimprese.it,  ha lo scopo di essere un sussidio per i giovani e non un vincolo burocratico per le imprese. Per questo motivo l’iscrizione è facoltativa e gratuita.

Si tratta, dunque, di uno strumento che tende ad un cambiamento, soprattutto culturale, dei rapporti tra mondo del lavoro e mondo dell’istruzione. Proprio in queste settimane – ha poi ricordato Simoncini - Unioncamere sta ultimando l’operatività del registro, attribuendo le credenziali di accesso ai dirigenti scolastici ai quali è affidato il compito di intercettare le imprese sul territorio, chiaramente in cooperazione con gli organi collegiali scolastici e con le reti territoriali esistenti. Simoncini ha evidenziato come ad oggi, sono presenti circa 1000 aziende nel registro e si spera che questi numeri possano aumentare. N

Nel frattempo il Ministero del Lavoro e il Ministero dell’Istruzione stanno lavorando in comune raccordo per promuovere protocolli di promozione dell’alternanza con grandi aziende e associazioni di categoria.

Guarda il video

Leggi le risposte ai quesiti

Notizie correlate: Come districarsi con l'alternanza scuola-lavoro - Scuola-lavoro, Inail interviene sugli aspetti contributivi - Scuola-lavoro, le FAQ del Miur sulle attività a scuola

0
0
0
s2smodern