Lunedì, 03 Febbraio 2014 13:31

Intermittente non applicabile a allestimento palchi e ambulanze

 

Per addetti all'installazione e allestimento palchi e per autisti soccorritori di autoambulanza non è applicabile il contratto di lavoro intermittente.

Il ministero del lavoro risponde ai Consulenti del lavoro con l'interpello n. 7 del 30 gennaio 2014 alla richiesta di assimilazione di tali figure alle categorie professionali della tabella allegata al RD n. 2657/23 per le quali è possibile ricorrere al lavoro a chiamata.

Per l’addetto all'attività di installazione, allestimento e addobbi palchi, stand presso fiere, congressi, manifestazioni e/o spettacoli con utilizzo di apposite apparecchiature fornite dal datore di lavoro non è possibile l'equiparazione con gli «operai addetti agli spettacoli teatrali, cinematografici e televisivi» (n. 43) o con gli «operai addobbatori o apparatori per cerimonie civili o religiose» (n. 46). Questo perché l'attività del lavoratore incaricato di installare o smontare o allestire palchi, stand e altre strutture è esclusivamente prodromica o successiva all'evento e allo spettacolo.

L’autista soccorritore e soccorritori di autoambulanza, inoltre, non sono equiparabili alla categoria «personale addetto ai servizi igienici sanitari» nei «posti di pubblica assistenza» (n. 21). Le relative attività, infatti, si riferiscono solo a servizi igienici sanitari e non di pronto soccorso, resi all'interno di strutture di pubblica assistenza.

Resta, ovviamente, ferma la possibilità d'instaurare il rapporto di lavoro intermittente se il lavoratore è in possesso dei requisiti anagrafici o oggettivi previsti dal contratto collettivo, nazionale o territoriale, di riferimento.

0
0
0
s2smodern