Giovedì, 23 Gennaio 2014 09:39

Codice per gli ispettori: nuove regole per gli accessi

Approvato il nuovo Codice ad uso degli ispettori del lavoro

Il Ministro Giovannini ha firmato il 15 gennaio scorso il decreto di approvazione del nuovo Codice ad uso degli ispettori del lavoro

Emanato il 21 gennaio 2014 un codice rivolto al personale ispettivo, rispondendo all'esigenza di revisione del quadro regolatorio già esistente ed, in parte, consolidato.

Tale documento traccia, definisce e puntualizza regole di condotta, deontologiche e procedimentali riferite all'attività di vigilanza e al personale in essa impiegato, aggiornate con le modifiche legislative intervenute negli ultimi anni.

Tra le note positive:

·        preparazione dell’ispezione da parte degli ispettori con raccolta preventiva di informazioni prelevate dalle varie banche dati (Co, Registro imprese, Cassetto previdenziale, ecc.) che eviterà richieste inutili;

·        conduzione dell’accesso ispettivo con modalità che rechino minore turbativa possibile allo svolgimento delle normali attività dei soggetti ispezionati;

·        conferma della facoltà di farsi assistere da Consulenti del lavoro (o altri soggetti abilitati legge 12/79) con verifica dei requisiti dei soggetti ed eventuale segnalazione di casi di abusivismo;

·        conclusione dell’indagine in tempi stretti.·                           

Il codice di comportamento ad uso degli ispettori del lavoro è stato definito a seguito di una procedura che ha visto il coinvolgimento anche dei Consulenti del lavoro attraverso la pubblicazione di una sua bozza sul sito istituzionale. Il codice ha recepito molte delle osservazioni pervenute.

• DM 15 gennaio 2014

0
0
0
s2smodern