Venerdì, 29 Gennaio 2016 11:12

Dare voce ai giovani

Il CESE invita i giovani di età tra i 16 e i 17 anni, provenienti da tutta l’Unione Europea e per la prima volta dai cinque paesi candidati (Albania, Turchia, Montenegro, Serbia e l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia), a discutere di migrazione nella sede di Bruxelles. Per il settimo anno consecutivo il Comitato Economico e Sociale Europeo, portavoce della società civile organizzata, fa in modo che vengano ascoltate le opinioni, le esperienze e le idee delle giovani generazioni. Per ciascun paese sarà scelta a sorteggio una scuola e i tre studenti che, con un loro insegnante,  si recheranno a Bruxelles per dibattere e proporre azioni concrete da adottare in ambito scolastico per aiutare i giovani migranti ad integrarsi più facilmente e per sensibilizzare all’importanza di una buona integrazione.

Leggi tuttoNotizie dall'Europa

0
0
0
s2smodern