Mercoledì, 21 Ottobre 2015 12:48

Riammissione al lavoro dopo comporto rende impossibile licenziare

E’ illegittimo licenziare un dipendente se, superato il periodo di comporto, il datore lo riammette in servizio. La ripresa dell’attività lavorativa dimostra che il datore vuole proseguire il rapporto e quindi intende ancora avvalersi dell’opera del lavoratore. La Corte di Cassazione con la sentenza n. 20722/15 afferma come il superamento del periodo di comporto (periodo di tempo durante il quale il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto di lavoro), vada valutato nell’immediata scadenza e non dopo la riammissione in servizio.

0
0
0
s2smodern