Giovedì, 01 Aprile 2021 17:05

Area crisi complessa Sicilia, mobilità in deroga dopo NASpI

Area crisi complessa Sicilia, mobilità in deroga dopo NASpI (FOTO ANSA)

Con la circolare n. 51 del 26 marzo 2021 l’Inps fornisce le istruzioni operative per la gestione delle domande di indennità pari al trattamento di mobilità in deroga per i lavoratori cessati dalla NASpI nel 2020 delle aree di crisi complesse della Regione Siciliana. La misura - prevista dall'articolo 1, comma 251-bis, della legge n. 145/2018, introdotto in sede di conversione del decreto-legge n. 104/2020 dalla legge n. 126/2020 - trova applicazione limitatamente al periodo compreso tra il 14 ottobre e il 31 dicembre 2020 e si rivolge a tutti i lavoratori subordinati, con rapporto di lavoro sia a tempo determinato che indeterminato con qualifica di operaio, impiegato o quadro (sono compresi apprendisti e lavoratori somministrati). Nella circolare vengono forniti chiarimenti sul calcolo della prestazione e sulla procedura che la Regione dovrà seguire per la verifica della disponibilità finanziaria a cura dell’Inps. Ricevuta la valutazione positiva a mezzo pec, la Regione potrà procedere all’emanazione del decreto di concessione del trattamento. Il pagamento dell’indennità - si legge - è subordinato alla presentazione da parte del beneficiario di un’apposita domanda on-line di mobilità in deroga. Laddove il beneficiario del trattamento si rioccupi potrà operare solo la sospensione della prestazione e non lo “slittamento della data finale della stessa”.  Non sarà possibile, infine, corrispondere l’indennità pari alla mobilità in deroga in forma anticipata in unica soluzione.

Notizie correlate: Licenziamenti, sì alla NASpI anche in caso di una sola firma sindacale - NASpI anche in caso di risoluzione consensuale - Contributo NASpI: quali i contratti a termine esclusi?

0
0
0
s2smodern