Martedì, 23 Febbraio 2021 15:15

Le Novità Normative della Settimana dal 15 al 21 febbraio 2021

Modalità di attuazione degli incentivi fiscali in regime de minimis all'investimento in start-up innovative e in PMI innovative

È stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 38 del 15 febbraio 2021, il Decreto del 28 dicembre 2020  del ministero dello Sviluppo economico, emanato di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, relativo alle disposizioni attuative degli incentivi fiscali in regime de minimis introdotti dall’articolo 38, commi 7 e 8, del Dl n. 34/2020, il “Rilancio”. In particolare è previsto una detrazione dall'imposta lorda sul reddito delle persone  fisiche per i soggetti che investono direttamente o indirettamente nel capitale sociale di una o più start-up innovative. L'incentivo fiscale si applica ai conferimenti in denaro iscritti alla voce del capitale sociale e della riserva da sovrapprezzo delle azioni o quote delle start-up e delle Pmi innovative, nonché agli investimenti in quote degli Oicr, inclusa anche la compensazione dei crediti in sede di sottoscrizione di aumenti del capitale.

 

Trasmissione all'Agenzia delle entrate dei dati riguardanti le erogazioni liberali agli enti del Terzo Settore

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 del 16 febbraio 2021, il decreto 3 febbraio 2021 del Ministero della economia e finanza che chiarisce le modalità per la trasmissione all’Agenzia delle entrate, al momento ancora facoltativa, dei dati delle erogazioni effettuate nel corso del 2020 agli enti del Terzo settore

dalle  generalità delle persone fisiche. Dati utili all’elaborazione delle dichiarazioni dei redditi precompilate.

 

INPS

Indennità di disoccupazione NASpI e risoluzione del rapporto di lavoro a seguito di accordo collettivo aziendale

Con il Messaggio n. 689 del 17 febbraio 2021, l'INPS fornisce indicazioni sul diritto all'indennità di disoccupazione NASpI in conseguenza della risoluzione del rapporto di lavoro per accordo collettivo aziendale, come prevista dal Decreto Agosto

A tal riguardo, l'Istituto chiarisce che l'accordo collettivo aziendale per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro è valido se sottoscritto anche da parte di una sola organizzazione sindacale comparativamente più rappresentativa a livello nazionale, non essendo, quindi, necessaria la sottoscrizione da parte di tutte le organizzazioni.

Pertanto, a tale condizione, l'adesione all'accordo del lavoratore consente l'accesso alla prestazione di disoccupazione, qualora sussistano tutti gli altri requisiti richiesti dal D.Lgs. 4 marzo 2015, n. 22.

 

Tutela previdenziale dei soci lavoratori di cooperativa artigiana

Con la circolare n. 29 del 17 febbraio 2021, l’INPS si sofferma  i requisiti sussistendo i quali è ammessa la tutela previdenziale dei soci lavoratori di cooperativa artigiana. L’Istituto, in particolare, chiarisce che la previsione negoziale di base deve in ogni caso trovare riscontro nelle modalità di esecuzione in concreto della prestazione lavorativa, in aderenza al principio di effettività del rapporto di lavoro tra socio e cooperativa.

 L'Istituto informa che è  in corso di rilascio una procedura di automazione della procedura di iscrizione di tali soggetti alla gestione di pertinenza.

 

Legge di bilancio 2021: principali interventi in materia di ammortizzatori sociali

L'INPS, con la circolare n. 28  del 17 febbraio 2021, pubblica le istruzioni per l’applicazione degli interventi in materia di ammortizzatori sociali e di misure a sostegno del reddito previsti dalla legge di Bilancio 2021.

In particolare, l'INPS richiama nel dettaglio le condizioni, i termini e le modalità di accesso con riferimento alle seguenti fattispecie:- proroga del trattamento straordinario di integrazione salariale per cessazione di attività;

- proroga delle misure per il sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti dalle imprese del settore dei call center;

- proroga del trattamento di sostegno al reddito per ilavoratori sospesi dal lavoro o impiegati ad orario ridotto, dipendenti da aziende sequestrate o confiscate sottoposte ad amministrazione giudiziaria;

- proroga dei trattamenti di integrazione salariale straordinaria per le imprese con rilevanza economica strategica;

- Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale, con la precisazione delle prestazioni integrative della Cassa integrazione in deroga (CIGD);

- modifiche in materia di trattamenti di Cassa integrazione salariale (ordinaria e in deroga) e assegno ordinario con causale "COVID-19", con l'indicazione dei destinatari, dei lavoratori beneficiari e delle modalità di presentazione della richiesta;

-trattamenti di integrazione salariale ordinaria per le aziende che si trovano in Cassa integrazione straordinaria ai sensi dell'art. 20 del D.L. n. 18/2020, convertito con modificazioni in L. n. 27/2020;

- domande di assegno ordinario del Fondo di integrazione salariale (FIS);

- trattamenti di Cassa integrazione in deroga (CIGD);

- Cassa integrazione speciale operai agricoli (CISOA);

Per le sospensioni o riduzioni di attività iniziate nel mese di gennaio 2021, il termine di invio delle domande rimane il 28 febbraio 2021.

 

Codici contratto all’interno del flusso Uniemens.  Aggiornamento da marzo 2021

L’INPS, con il  messaggio n. 663 del 16 febbraio 2021, comunica che a partire dal periodo di paga marzo 2021, sono stati istituiti nuovi codici contratto da utilizzare nella denuncia individuale del flusso UNIEMENS.

I nuovi codici dell’elemento <CodiceContratto> sono :

  • 553, relativo al “CCNL per metalmeccanica – FEDERPARTITEIVA” (codice CNEL C054);
  • 554, relativo al “CCNL del personale delle fabbricerie – AFI” (codice CNEL T604);
  • 555, relativo al “CCNL servizi assistenziali – ANPAS” (codice CNEL T171).

Inoltre, viene aggiornata, con la medesima decorrenza, la descrizione del contratto identificato dal seguente codice:

  • 100, assume il significato di “CCNL aziende operanti nei settori legno, sughero, mobile, arredamento e boschivi e forestali – FEDERLEGNOARREDO” (codice CNEL F051).

Con decorrenza marzo 2021, inoltre, viene disattivato il seguente codice contratto per la sottoesposta motivazione:

  • 022, in quanto relativo a contratto confluito nel “CCNL aziende operanti nei settori legno, sughero, mobile, arredamento e boschivi e forestali – FEDERLEGNOARREDO” (codice INPS 100).

 

Contributi volontari anno 2021

Con la circolare n. 27 del 17 febbraio 2021,l'Inps comunica gli importi dei contributi dovuti per il 2021 dai prosecutori volontari a seguito della variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

 

Ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti

L’INPS, con la  ciroclare n. 26 del 16 febbraio 2021, rende noto che gli oneri di ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali per i liberi professionisti, relativi a domande presentate nel corso dell’anno 2021, in applicazione dell’articolo 2, comma 3, della legge n. 45/1990, possono essere versati ratealmente senza applicazione di interessi per la rateizzazione.

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Applicabilità dell’art. 7, commi 6 e 7, della L.n. 300/1970 ai lavoratori dipendenti di società in house

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la nota prot. n. 301 del 18 febbraio 2021, con la quale fornisce un chiarimento in merito alla applicabilità ai lavoratori dipendenti di società in house dalla procedura  prevista all'art 7, commi 6 e 7 della L 300/70

In particolare l'Ispettorato si osserva come le deroghe alla disciplina privatistica dei rapporti di lavoro, contenute all’interno del D.Lgs. n. 175/2016, riguardino soltanto le assunzioni e la retribuzione (cfr. Cass. ord. n. 21378 del 29 agosto 2018).Non essendo, pertanto, possibile individuare alcuna norma specifica che in materia di provvedimenti disciplinari intimati ai lavoratori dipendenti di società in house deroghi alla normativa generale prevista per i rapporti di lavoro privati, sarà quindi applicabile nei loro confronti la relativa disciplina sulle impugnazioni, ivi compresa quella concernente la costituzione di un collegio di conciliazione ed arbitrato ex art. 7, commi 6 e 7, della L. n. 300/1970.

 

ANPAL

Proroga al 30 giugno 2021 del Fondo nuove competenze

L’ANPAL, con proprio decreto direttoriale del 17 febbraio 2021 recepisce i nuovi termini del Fondo nuove competenze introdotti dal Decreto Interministeriale del 22 gennaio 2021 ed entrati in vigore al 15 febbraio: è prorogata al 30 giugno 2021 la scadenza entro la quale i datori di lavoro dovranno sottoscrivere gli accordi collettivi per la rimodulazione dell’orario di lavoro e presentare le domande di contributo ad Anpal.

 Si tratta di modifiche introdotte per consentire di completare tutte le attività previste, anche in termini di spesa, entro la data del 31 dicembre 2021.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Approvazione delle specifiche tecniche e dei controlli per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale

Con provvedimento dell'Agenzia delle entrate del 15 febbraio 2021 sono resi disponibili le specifiche tecniche da utilizzare per trasmettere i dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale, relativi al periodo d’imposta 2020, e i controlli di coerenza tra i modelli Redditi 2021 e quelli Isa.

 

Dichiarazioni dei redditi 2021 approvate le specifiche tecniche

Con 8 distinti provvedimenti del  15 febbraio 2021, l’Agenzia delle entrate approva i tracciati informatici per la trasmissione telematica dei dati contenuti nei modelli delle dichiarazioni fiscali “730/2021(730-4 e 730-4 integrativo)”, “770/2021”, “”,“Redditi 2021-SP”, “Redditi 2021-SC”, “Redditi 2021-ENC”, “Consolidato nazionale e mondiale 2021” e “Irap 2021”.

Inoltre, unitamente alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati contenuti nei modelli 730/2021, vengono approvate anche le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati relativi alle scelte per la destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef da parte dei Caf e dei professionisti abilitati che ricevono, quali intermediari, le buste contenenti la scheda dai sostituti d’imposta, e le istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l’assistenza fiscale da parte dei sostituti d’imposta, dei Caf e dei professionisti abilitati.

 

Determinazione della riduzione per gli iscritti nei registri anagrafici del comune di Campione d’Italia

L'Agenzia delle entrate con il provvedimento del 15 febbraio 2021 ha stabilito nella misura del 33,77% la riduzione forfetaria del cambio da applicare ai redditi, diversi da quelli di impresa, delle persone fisiche residenti nel comune di Campione d’Italia, di lavoro autonomo dei professionisti con studi nello stesso Comune, prodotti in franchi svizzeri nel territorio dello stesso comune e/o in Svizzera, e anche ai redditi d’impresa delle imprese individuali, delle società di persone e delle società ed enti di cui all'articolo 73 del Tuir, iscritti alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Como e aventi la sede sociale operativa, o un'unità locale, nel Comune di Campione d'Italia, prodotti nel territorio del medesimo Comune (e/o in Svizzera) in franchi svizzeri.

 

Crediti ricalcolati pronti  i codici tributo  per la regolarizzazione

Con la risoluzione n. 10 del 16 febbraio 2021 l'Agenzia delle entrate istituisce i codici tributo per una moltitudine di crediti d’imposta fruiti in misura superiore a quella spettante per legge e da regolarizzare su richiesta dell’Agenzia che, all’esito dei controlli automatizzati sulle dichiarazioni presentate, ha inviato agli interessati le relative comunicazioni. I codici tributo consentiranno ai destinatari che lo desiderano di versare, tramite F24, solo una quota dell’importo complessivamente richiesto nella comunicazione ricevuta.

 

Istituzione del codice tributo per  per la fornitura di contrassegni per le sigarette elettroniche

Con la risoluzione n. 11 del 17 febbraio 2021, l'Agenzia delle entrate istituisce il codice tributo 5479 che andrà utilizzato per versare, tramite il modello “F24 accise”, le somme dovute per la fornitura dei contrassegni da apporre sulle sigarette elettroniche, necessari, dal prossimo 1° aprile, alla loro circolazione.

 

Servizi di investimento e di intermediazione finanziaria offerti ai neoresidenti

Con la risoluzione n. 12/E del 18 febbraio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sui servizi di investimento e di intermediazione finanziaria offerti ai neo residenti

In particolare ha affermato che i  redditi di capitale, corrisposti da Stati esteri o da soggetti non residenti a soggetti che usufruiscono del regime dei neo residenti mantengono la loro natura di redditi di fonte estera.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLO

Risposta n. 105 del 15 febbraio  2021 – Aliquota applicabile alle forniture di gas metano.

La fornitura di gas metano necessaria ad alimentare gli impianti di cogenerazione da parte di una azienda ospedaliera sconta l'Iva agevolata al 10%, in quanto viene impiegato dall'azienda nella sua veste imprenditoriale, per la produzione di energia elettrica, a nulla rilevando che una parte della fornitura è assoggettata ad accisa agevolata piuttosto che a quella ridotta.

 

Risposta n. 106 del 15 febbraio  2021 – trust ed imposta di successione e donazione

Un trust costituito allo scopo di schermare gli assets, scoperto da una verifica della Guardia di finanza  e regolarizzato tramite revoca e conseguente “ritrasferimento” di tutti i beni in capo alla persona fisica che ha provveduto, quindi, a versare le imposte per le annualità accertate 2014-2016 e a tenere successivamente una condotta fiscalmente trasparente, non sconta l’imposta sulle successioni e donazioni, considerando che nell’operazione di regolarizzazione dell’illecito il disponente e il beneficiario si identificano nella stessa persona.

 

Risposta n. 107 del 15 febbraio  2021 – Esercizio del diritto di detrazione dell'IVA

Il Comune che affida a una società l’attività di raccolta differenziata dei rifiuti, conferendo poi - dietro corrispettivo - quelli riutilizzabili a specifici consorzi per il loro riciclaggio, può detrarre l’imposta addebitatagli dalla ditta appaltatrice relativa ai rifiuti oggetto dell’attività commerciale. Il diritto alla detrazione non è esercitabile nelle annualità precedenti in cui l’attività commerciale non è stata gestita con contabilità separata.

 

Risposta n. 109 del 15 febbraio  2021 - Trattamento fiscale degli interessi dei buoni postali fruttiferi

Il regime di esenzione previsto per gli interessi derivanti dai buoni postali fruttiferi percepiti da soggetti residenti in Stati e territori che consentono un adeguato scambio di informazioni si applica soltanto nel caso in cui sia accertata la continuità del diritto fin dall’emissione del titolo. Pertanto, Poste italiane Spa deve tassare quelli provenienti da buoni emessi quando l’intestatario risiedeva nel territorio nazionale.

 

Risposta n. 110 del 16 febbraio  2021 - servizi relativi alle operazioni doganali

Le prestazioni di assistenza ai controlli scanner e ai controlli fisici della merce sui contenitori in import/export/trasbordo effettuate in area portuale o in luogo appositamente designato possono fruire del regime di non imponibilità ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, in quanto si tratta di servizi relativi alle operazioni doganali.

 

Risposta n. 111 del 16 febbraio  2021 - Pagamento delle spese di tassazione per il trasferimento di un immobile acquistato dallo stato

in caso di acquisto di un immobile da parte dello Stato è sempre la controparte a dover versare l’imposta di registro. La compravendita, inoltre, è esente dalle imposte ipotecaria e catastale.

 

Risposta n. 112 del 16 febbraio  2021 - Attività di sostegno e assistenza a donne vittime di violenza

Le rette pagate dalle persone presenti nella casa rifugio per donne vittime di violenza fruiscono del regime esentativo, qualora venga resa una prestazione complessa e globale di accoglienza, fornendo l’alloggio a soggetti bisognosi di protezione sociale nonché, eventualmente, altri servizi accessori e di supporto, quali vitto e prestazioni mediche. Diversamente, se non si tratta di una prestazione globale di servizi, gli importi vanno assoggettati a Iva in base al regime proprio delle singole attività.

 

Risposta n. 114 del 16 febbraio  2021 - Superbonus - Interventi realizzati da una associazione sportiva dilettantistica

Gli interventi realizzati da una associazione sportiva dilettantistica negli spogliatoi dello stabile affidato in gestione dal Comune in base a una Convenzione potranno fruire del Superbonus. L’Agenzia, infatti, ritiene che la stessa Convenzione possa costituire titolo valido per beneficiare della disposizione agevolativa, dal momento che il sistema di protocollazione adottato dal Comune è idoneo a garantire la disponibilità giuridica e materiale dell’impianto sportivo da parte dell’associazione istante, a partire dal 25 giugno 2019, cioè prima di sostenere le spese per gli interventi ammessi all'agevolazione.

 

Risposta n. 117 del 14 febbraio  2021 - Modalità di determinazione della soglia dei ricavi e della riduzione del fatturato in presenza di conferimento

Una società che è stata costituita nel 2020 a seguito del conferimento di una ditta individuale e che ha intenzione di deliberare ed eseguire un aumento di capitale entro il 31 dicembre 2020, dovrà considerare i ricavi 2019 realizzati dalla ditta individuale acquisita sia per la determinazione della soglia, sia per il confronto riferito ai due periodi di marzo e aprile 2020 rispetto al 2019 per determinare la riduzione del fatturato.

 

Risposta n. 128 del 18 febbraio  2021 - Credito d'imposta per i canoni di locazione

È possibile fruire del credito d’imposta per i canoni di locazione  con riferimento alla quota di indennità imputabile ai mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2020, corrisposta dall’istante al Comune per la concessione di occupazione dell’immobile, anche se il rinnovo di tale concessione, nonostante già siglato, a causa dei ritardi dovuti alla pandemia e non quindi ascrivibili alla negligenza dell’istante, deve essere ancora perfezionato.

 

AGENZIA DELLE DOGANE

Operazioni Iva cn Irlanda del Nord: nuovo prefisso Intrastat

Con determinazione del 15 febbraio 2021 l’Agenzia delle dogane e dei monopoli di concerto con quella delle Entrate ha modificato la  tabella A acclusa all’allegato XI e sono state aggiornate le istruzioni per compilare i modelli Intrastat, relativi alle cessioni e agli acquisti intracomunitari di beni e dei servizi resi e ricevuti con l'Irlanda del Nord.

Paese  a cui continua ad applicarsi la normativa Iva unionale  a differenza del resto del Regno Unito.

 

ISTAT

TFR – coefficiente di rivalutazione

L’Istat ha comunicato l’indice relativo al mese di gennaio che è pari a102,9%. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto con riferimento al mese di gennaio 2021 è di 0,564883%.

0
0
0
s2smodern