Martedì, 16 Febbraio 2021 09:19

Infortuni domestici: tutte le novità sull’assicurazione

Dall’Inail arriva, con la circolare n.6 dell’11 febbraio 2021, una sintesi delle istruzioni in materia di infortuni domestici, alla luce del Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze del 13 novembre 2019, che ha disciplinato modalità e termini di attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 534, della legge n. 145/2018, Legge di Bilancio 2019.

In particolare, l’Istituto ricorda che, dal 1° gennaio 2019, i soggetti obbligati all’iscrizione all’assicurazione sono quelli di età compresa fra i 18 e i 67 anni, che esercitano, in via esclusiva, attività di lavoro in ambito domestico, finalizzate alla cura delle persone che costituiscono il proprio nucleo familiare e dell'ambiente domestico ove dimora lo stesso nucleo familiare. Fra i soggetti in possesso di tali requisiti – precisa ancora l’Inail – figurano anche studenti, titolari di pensione anche di invalidità, lavoratori in mobilità o beneficiari dei fondi di solidarietà, percettori di Naspi o Dis.coll, lavoratori stagionali, temporanei, a tempo determinato. L'assicurazione copre i casi di infortunio (con esclusione delle malattie professionali) avvenuti in occasione e a causa delle attività prestate nell’ambito domestico, a condizione che dall’infortunio sia derivata una inabilità permanente al lavoro non inferiore al 6 per cento ed escludendo gli incidenti verificatisi al di fuori del territorio nazionale, conseguenti a un rischio estraneo al lavoro domestico, derivanti da calamità naturali, crollo degli immobili derivante da cedimenti strutturali, guerra, insurrezione o tumulti popolari. Esclusi anche gli infortuni in itinere o, comunque, al di fuori dell’ambito domestico. Per quanto concerne le modalità di iscrizione e di versamento dei premi,l’Istituto rinvia alla circolare n. 37/2019, segnalando infine che, in caso di infortunio, spettano: una tantum per inabilità permanente compresa tra il 6 e il 15 per cento; rendita diretta per inabilità permanente (non inferiore al 16 per cento); assegno per assistenza personale continuativa; rendita ai superstiti nel caso di infortunio mortale; assegno una tantum per infortunio mortale; beneficio Fondo vittime gravi infortuni. Le domande devono essere presentate entro 90 giorni dalla data di compilazione del certificato medico utilizzando la specifica modulistica per medico e assicurato. Tutti i documenti necessari sono disponibili sul portale Inail.

Notizie correlate: Assicurazione infortuni domestici: vademecum Inail 2021Lavoro domestico, la guida operativa aggiornata con il nuovo CCNL - Isi Agricoltura, online gli elenchi cronologici provvisori

0
0
0
s2smodern